Conferenza stampa ad Acireale per presentare l’iniziativa legata ai 50 anni di carriera dell’illusionista Salvo Testa, meglio conosciuto come mago Raptus.

Conferenza stampa questa mattina nella sala stampa del comune di Acireale per presentare l’iziativa legata ai 50 anni di carriera dell’illusionista Salvo Testa, meglio conosciuto come mago Raptus.
Salvo Testa ha pensato a questo esperimento per festeggiare una doppia occasione, ovvero il suo mezzo secolo di carriera e le sue nozze d’oro, per cui ha deciso di cimentarsi in una performance molto apprezzata dal suo pubblico durante la sua lunga carriera e cioè la guida bendata.
Domani, infatti, alle 15.30 circa, raggiungerà in auto la Cattedrale di Acireale in compagnia della moglie, guidando una macchina d’epoca completamente bendato.

Performance illustrata in confrenza stampa dal promotore Antonello Musmeci, alla presenza dell’assessore alla Cultura Fabio Manciagli.
Il noto presentatore Antonello Musmeci, molto soddisfatto, ha dichiarato: “La storia di Acireale e Raptus è una storia a doppia mandata, lui è stato sempre stato appassionato e innamorato di Acireale, io curo da 25 anni l’ufficio stampa di Salvo Testa e quando mi ha chiesto di voler festeggiare i suoi 50 anni di carriera e i 50 anni di matrimonio, ho pensato subito di coinvolgere la mia Acireale, riuscendo così a soddisfare e realizzare un mio vecchio desiderio. Acireale infatti si presta a tutto ciò perchè, oggettivamente, è coreograficamente e architettonicamente bellissima ed è anche molto telegenica che è un valore aggiunto visto che questo esperimento andrà in televisione e saranno presenti le reti nazionali.”.

Il Mago Raptus ha sottolineato che il suo è anche ” una sorta di monito sociale, poiché la benda materiale metaforicamente potrebbe simboleggiare una condizione di stanchezza, o di ubriachezza, o comunque un atteggiamento non corretto di un qualsiasi guidatore che, rimanendo alla guida, mette a rischio la propria incolumità e quella di altri.
Per me non ci sono difficoltà o pericoli, io sono un illusionista e nella mia carriera ho guidato più volte bendato, ma dare un significato socialmente più incisivo dona ancora più valore alla performance a cui assisterete domani.”.

Graziella Tomarchio