Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
1xbet
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
betforward
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
deneme bonusu veren bahis siteleri
deneme bonusu
casino slot siteleri/a>
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Cialis
Cialis Fiyat
deneme bonusu
padişahbet
padişahbet
padişahbet
deneme bonusu 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet 1xbet untertitelporno porno
lunedì, Luglio 15, 2024
Google search engine
HomePoliticaCosa sta succedendo all’Ex Perla Jonica? Interrogazione presentata alla Camera dall’on....

Cosa sta succedendo all’Ex Perla Jonica? Interrogazione presentata alla Camera dall’on. Giulia Grillo (M5S)

giulila-grillo-cop-defAl Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dello sviluppo economico.Per sapere – premesso che:
sul sito del Governo 23 luglio 2014, si legge l’articolo: «Firmati contratti di sviluppo a sostegno di progetti strategici. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha presentato oggi a Palazzo Chigi 24 nuovi contratti di sviluppo a sostegno di altrettanti progetti strategici d’investimento in Italia e soprattutto nel Mezzogiorno. Sotto la regia di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, alla data di oggi sono stati approvati in tutto, in pochi mesi, trentasei programmi. (…) Alla presenza del Presidente del Consiglio dei ministri, del Ministro dello sviluppo economico Federica Guidi e del Sottosegretario alla Presidenza Graziano Delrio, alcune imprese protagoniste dei nuovi contratti hanno firmato un preaccordo con Invitalia, rappresentata dall’amministratore delegato Domenico Arcuri», risultando coinvolte molte aziende italiane, tra cui la ITEM;
dallo stesso sito del Governo e nell’identico giorno alla voce «Documenti» sono presenti delle slide, a cura di Invitalia, dal titolo: «I contratti di sviluppo: sostegno a grandi progetti strategici»; a pagina 13, per quanto riguarda i contratti da stipulare per il turismo e commercio si menziona la società ITEM, per il settore di attività «ricettività alberghiera» in Sicilia, per un investimento totale di 48.410.000 euro e agevolazioni per 24.205.000 euro;
a pagina 40 delle slide, già citate, si legge: «ITEM – oggetto: Il programma di investimenti prevede la ristrutturazione del complesso turistico “La Perla Jonica”, attualmente dismesso. L’intervento complessivo prevede la realizzazione di una struttura alberghiera e congressuale classificata quattro stelle superior, la cui gestione sarà garantita dal Gruppo Hilton. Localizzazione Acireale (CT) Investimenti 48,4 milioni di euro circa Agevolazioni 24 milioni di euro circa a fondo perduto Occupazione (salvaguardia + nuova occupazione) 240 addetti»;
il decreto del Mise, 9 dicembre 2014, contratti di sviluppo – all’articolo 9 (fase di accesso, negoziazione e concessione delle agevolazioni), comma 4, lettera a),prevede, a cura dell’Agenzia (Invitalia) la verifica dell’affidabilità tecnica, economica e finanziaria delle imprese proponenti, e, alla lettera d), della sostenibilità finanziaria del programma di sviluppo, con riferimento alla capacità delle imprese di sostenere la quota parte dei costi delle immobilizzazioni previste dal programma di sviluppo non coperte da aiuto pubblico;
l’articolo 13, comma 2, del sopracitato decreto ministeriale, prevede che l’Agenzia al 30 giugno e al 31 dicembre di ciascun anno, trasmette al Ministero un rapporto sulle attività svolte, fornendo in particolare dati e informazioni riguardando l’avanzamento fisico, finanziario e amministrativo dei programmi di sviluppo e le eventuali revoche;
il comma 3 del citato articolo prevede che l’Agenzia effettua, entro il termine del completamento dell’investimento, almeno una ispezione per ciascuna impresa beneficiaria, al fine di verificare le condizioni per la fruizione e il mantenimento delle agevolazioni, nonché l’attuazione del progetto agevolato;
da notizie stampa (pubblicate dai giornali on-line LiveSicilia del 30 luglio 2015 e dal giornale L’Urlo del 1o febbraio 2015) si apprende che si è tenuto un incontro tra l’amministratore delegato della società ITEM Salvo Mantia e il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo; nell’incontro sono stati presentati i lavori degli interni che trasformeranno Perla Jonica nel nuovo Hotel Catania Capo Mulini;
il progetto di ristrutturazione del complesso Perla Jonica ha avuto il sostegno dello sceicco Hamed Ahmed Bin Al Hamed, degli Emirati Arabi, principale investitore nella realizzazione dell’Hilton a Catania Capo Mulini;
la società ITEM ha affidato i lavori alla Volteo Energie spa; quest’ultima a sua volta ha stipulato con la società dello sceicco un contratto per i lavori «chiavi in mano» della struttura di Capo Mulini per 47 milioni di euro; i lavori interesseranno l’intera ristrutturazione del complesso, comprendendo l’albergo, le palazzine, il centro congressi, il ristorante e gli impianti sportivi;
parte dei finanziamenti sarebbero già arrivati ad aprile 2015, con una prima tranche di 7 milioni di euro, che la società ITEM avrebbe girato alla Volteo Energie Spa;
da novembre 2015 il cantiere dei lavori risulta essere fermo, a seguito di notevoli ritardi nei pagamenti alle aziende che hanno realizzato interventi nel complesso Perla Jonica;
un provvedimento emesso dal giudice Sabatino Mariapaola, del tribunale di Catania, come riporta un articolo del giornale on-line L’Urlo del 1o febbraio 2016, intima alla Volteo Energie spa di restituire ad ITEM srl tutte le aree di cantiere ancora eventualmente in suo possesso –:
se il Governo sia a conoscenza delle iniziative intraprese da Invitalia in merito alle verifiche di affidabilità tecnica, economica e finanziaria per quanto riguarda la società ITEM proponente del contratto di sviluppo «ricettività alberghiera» – Sicilia, che prevedeva un investimento totale di 48.410.000 euro ed agevolazioni per 24.205.000 euro;
se il Governo sia a conoscenza del rapporto che Invitalia deve trasmettere, al 30 giugno ed al 31 dicembre di ogni anno, al Ministero di riferimento sulle attività svolte, fornendo dati riguardo all’avanzamento fisico, finanziario e amministrativo dei programmi di sviluppo e alle eventuali revoche;
se il Governo sia a conoscenza di azioni d’ispezione di Invitalia verso la ITEM, società beneficiaria del contratto di sviluppo «ricettività alberghiera» – Sicilia, al fine di verificare le condizioni per la fruizione delle agevolazioni, nonché l’attuazione del progetto agevolato;
se corrisponda al vero che una parte dei finanziamenti agevolati del contratto di sviluppo «ricettività alberghiera» – Sicilia siano stati già erogati alla società ITEM e quale sia il loro eventuale importo;
se il Governo non ritenga, nell’ambito delle proprie competenze, di intraprendere tutte le iniziative per verificare se vi sia stato un eventuale mancato rispetto della normativa per le agevolazioni finanziarie alla società ITEM, che risulta essere proponente del contratto di sviluppo «ricettività alberghiera» – Sicilia. (5-07844)

Atto Camera – Interrogazione a risposta in commissione 5-07844 – presentata dall’on. Giulia Grillo (Movimento 5 Stelle) – Venerdì 19 febbraio 2016, seduta n. 573

GRILLO, DA VILLA, CANCELLERI, DI BENEDETTO, DI VITA, LUPO, MANNINO, NUTI, LOREFICE, MARZANA, RIZZO e VILLAROSA.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments