Home Cronaca Covid ad Acireale, cresce il numero dei positivi. Nessun ricovero in ospedale

Covid ad Acireale, cresce il numero dei positivi. Nessun ricovero in ospedale

Acireale – Ieri (4 sett. 2020) nel suo profilo facebook il sindaco di Acireale Stefano Alì ha comunicato l’aumento dei soggetti positivi al covid 19. Il sindaco riporta i dati dell’ASP che indica dieci (10) soggetti positivi, ovvero tre casi in più.

Scrive il sindaco Alì: “Escludendo questi 3 nuovi casi, tutti gli altri appartengono allo stesso nucleo familiare. E 2 dei 3 nuovi casi appartengono ad un altro nucleo familiare”. Dalla comunicazione del sindaco si evince che nessuno dei casi positivi risulta ospedalizzato ma si trovano all’isolamento domiciliare come previsto dai vari decreti del presidente del consiglio dei ministri. Insieme a questo dato si legge che dodici (12) persone sono in “isolamento in attesa dell’esito del tampone”.

Appare importante il dato che nessuno dei positivi si trova ricoverato all’ospedale, emerge anche un dato (in qualche modo in linea con l’andamento del virus post lockdown) che il numero dei positivi cresce ma senza la necessita di ricovero ospedaliero o, addirittura, necessità del ricovero in rianimazione.

Sono dati che ci devono fare riflettere perchè, come ricordiamo da tanto tempo ormai, basta davvero poco per fare prevenzione, difendersi dal virus e difendere gli altri dal contagio. Uso della mascherina quando ci si trova in luoghi affollati, lavare spesso le mani, coprire la bocca con la curva del gomito quando si starnutisce.

Sempre ieri, secondo i dati ufficiali, in Italia ci sono stati 1.732 nuovi positivi al covid 19 a fronte di un aumento dei tamponi considerevole (tamponi effettuati 113 mila che sono 21 mila in più rispetto al giorno precedente). Purtroppo vanno registrati anche 10 decessi ma cresce anche il numero dei guariti.

Nella nostra città i dati dei positivi non ci devono fare allarmare ma devono comunque spingerci alla consapevolezza dell’alta contagiosità del virus, motivo per cui è giusto e necessario il rispetto delle regole previste.

Le scuole riapriranno (quasi tutte) il 14 settembre ed è questo motivo di preoccupazione ma è anche il momento per vedere mettersi in moto una comunità coesa, che rispetta le regole e che si prende cura del proprio benessere e di chi gli sta accanto. La scuola è luogo anche di socializzazione e sarà complesso e doloroso imporre il rispetto del distanziamento fisico ma finchè non saremo completamente fuori dal pericolo covid, dobbiamo tutti fare la nostra parte, resistere e rimanere uniti e consapevoli. Niente allarmismi e nessuna minimizzazione del pericolo.

(mAd)

Il testo completo della comunicazione del 4 settembre 2020 del sindaco di Acireale Stefano Alì

“Mi dispiace dover comunicare che è aumentato il numero di soggetti positivi al COVID 19 ad Acireale. L’ASP mi ha appena inviato l’elenco aggiornato che riporta 10 soggetti positivi, al netto delle guarigioni che ci sono state rispetto all’invio precedente, si sono aggiunti altri 3 casi. Escludendo questi 3 nuovi casi, tutti gli altri appartengono allo stesso nucleo familiare. E 2 dei 3 nuovi casi appartengono ad un altro nucleo familiare. Non risultano ricoveri ospedalieri, i soggetti positivi sono tutti presso il proprio domicilio. Ho ricevuto anche il file con l’elenco di persone in isolamento in attesa dell’esito del tampone, si tratta di 12 soggetti. Il fatto che siano in numero maggiore rispetto al solito, che 3 di questi per la prima volta vengono indicati in isolamento obbligatorio “ISOLAMENTO FINO ALLA DATA DI GUARIGIONE DEL COABITANTE” ed il fatto che quasi tutti i positivi appartengano a medesimi nuclei familiari sembra dimostrare una maggiore attenzione dell’ASP nella gestione dei contatti”.