Covid ed adeguamento delle scuole. L’avv. Santo Primavera: “Disponibile a mettere a disposizione i locali dell’Ipab Santonoceto.

ACIREALE – La riapertura delle scuole, come è noto, è prevista per il 14 settembre e le stesse dovranno essere adeguate per far si ché in aula (e non solo) possono essere rispettate le misure di distanziamento.La giunta comunale con la deliberazione n°143 del 26 agosto 2020 ha approvato “le schede progettuali relativi agli interventi di adeguamento e adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19”.

Nelle nove schede sono indicati le modalità di intervento e gli istituti coinvolti nell’adeguamento. Sono: plesso scolastico “S. Tecla” sito in Via Canale Torto, plesso scolastico “Giovanni XXIII” sito inVia Firenze, plesso scolastico sito in Via R. Messina (fraz.Aciplatani), plesso scolastico “G. Ferretti” sito in Piazza S. Francesco D’Assisi, plesso scolastico “V. Fuccio – M. La Spina”sito in Via Monetario Floristella, plesso scolastico “G. Fanciulli” sito in C.soItalia, plesso scolastico “G. B. Arista” sito in ViaVanellaccia (fraz. Scillichenti), plesso scolastico “P. Vasta” sito in Via Dott.A. Fichera e plesso scolastico “G. Galilei” sito in Via M. Arcidiacono. L’importo per i lavori di adeguamento dovrebbero ammontare a 230mila euro.

Fin qui il deliberato della giunta comunale a cui si aggiunge la volontà dell’avv Primavera di dare disponibilità per i locali dell’Ipab Santonoceto. Afferma l’avv. Santo Primavera: “Con missiva dell’1 settembre indirizzata al Prefetto e al Dipartimento di Famiglia e per conoscenza al sindaco, vista la richiesta dell’Assessore regionale Antonio Scavone, ho manifestato la disponibilità a destinare i locali di proprietà dell’Ipab Santonoceto per l’emergenza scolastica a seguito della pandemia covid 19”.

Ci auguriamo che sia il deliberato di giunta che, eventualmente, la disponibilità dei locali del “Santonoceto” possano garantire agli studenti acesi della scuola di primo grado di poter rientrare nelle loro aule in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza già a partire dal 14 settembre. Restano, nel mondo della scuola che si confronta con le regole per contrastare il contagio da covid 19, numerosi dubbi in riferimento alla reale possibilità di far rispettare il distanziamento a migliaia di studenti che, giustamente, vedono la scuola anche come momento di socializzazione.

A giorni sapremo se tutte le scuole acesi saranno state messe in grado di poter ospitare i propri alunni in piena sicurezza.

(mAd)