Frazioni a mare: nostra intervista all’assessore Francesco Coco

Proseguono nelle frazioni a mare del territorio comunale gli interventi sulla segnaletica e la viabilità. Ne abbiamo parlato con l’assessore Francesco Coco

Assessore questa estate sembra esserci una rinnovata attenzione per le frazioni. Cosa è stato fatto e cosa succede in questo periodo?

Io direi che si tratta di un interesse che c’è stato da tempo, per quello che è stato possibile fare fino ad adesso. Io posso parlare per le mie competenze, e da quando sono stato nominato Assessore ho cercato di porre attenzione alle frazioni per quelli che sono i miei settori con interventi sulla segnaletica stradale e la circolazione. Abbiamo cominciato con le frazioni a mare perché è giusto, con l’approssimarsi della stagione estiva, farsi trovare pronti, con le nostre frazioni decorose. Siamo partiti da Santa Maria La Scala, poi Santa Tecla, Stazzo, e Capo Mulini dove abbiamo completato l’altro ieri creando questo percorso pedonale di cui si sta parlando in questi giorni.

Il percorso pedonale cui lei accenna sembra un buon inizio verso la concessione di maggiore spazio alle persone, a discapito delle macchine. Quali sono state, se ce ne sono state, le difficoltà incontrate e quali sviluppi è possibile immaginare a partire da questa scelta?

Su Capo Mulini c’è sempre stato un confronto circa l’opportunità di pedonalizzare o meno il lungomare della frazione. Ma tutto è legato alla possibilità di usufruire del parcheggio che abbiamo a monte. Devo dire che anche in passato, con altre Amministrazioni, era stata già tentata una sperimentale pedonalizzazione poi arenatasi per i problemi con i gestori delle attività economiche che insistono sulla frazione.

Quest’anno si è cercato, anche tenendo conto della crisi indotta dalla pandemia, di intraprendere un percorso che avesse un impatto minimo sulla circolazione e quindi abbiamo deciso di lasciare il percorso delle auto e creare questo percorso ad ampliamento del marciapiede che possa far godere del lungomare della frazione, senza dubbio uno dei più belli che abbiamo, alle persone che decideranno di farsi una semplice passeggiata lì senza costringerle a fare zigzag fra le auto e questo è già un primo passo verso una maggiore vivibilità e civiltà della frazione. A tal proposito approfitto per ringraziare i consiglieri che mi hanno collaborato nella frazione, in particolare Ugo Trovato.

Devo dire che abbiamo fatto un’operazione importante anche a Scillichenti. Nella frazione infatti abbiamo già predisposto la segnaletica per istituire il senso unico sulla Provinciale, la sera dalle 20,00 fino alle 02,00 per evitare che si crei quell’ingorgo che conosciamo nel tratto dove insiste la piazza. A tal fine abbiamo dovuto ritardare l’emissione della relativa ordinanza, perché stiamo aspettando che la Publiservizi per conto della Provincia aggiorni la segnaletica per i mezzi pesanti. A giorni partirà dunque anche questa scelta.

E poi, un’ultima cosa relativa alle frazioni che volevo dire che, in quanto sono anche Assessore al Bilancio, ho previsto un capitolo ad hoc per il miglioramento del decoro urbano nelle frazioni. La programmazione infatti prevede anche interventi nelle altre frazioni non a mare, che preciseremo più avanti.

A proposito di bilancio volevo chiederle notizia sulla solidità del bilancio comunale e sulla possibilità di offrire nuovi servizi a partire dallo stesso.

Il bilancio del nostro Comune, un po’ come quello di quasi tutti gli altri enti locali, ci vede sempre un po’ in difficoltà. Si devono garantire i servizi in atto che insieme ai costi del personale assorbono i maggiori costi, e quindi per le spese correnti rimane una capacità ridotta. Nonostante ciò sino ad oggi siamo riusciti a mantenere un certo equilibrio. Il nostro bilancio cioè continua ad essere in equilibrio, anche se si tratta di equilibri millimetrici perché basta un imprevisto che rischiamo di andare incontro a serie difficoltà.

Nello Pomona