I tifosi non dimenticano l’Acireale ’46 e il fallimento del luglio 2006

acireale-calcio-tifosi-striscioneLa storica Acireale ’46 viene ricordata con un lungo striscione all’ingresso della curva Jacopo Polimeni dello stadio Tupparello con una frase che così recita: “Una ferita profonda che non riesce a risanare. Non dimentichiamo chi ci ha fatto del male 8 luglio 2006 tutto ritorna”.

Nel luglio 2006, infatti, l’Acireale ’46 venne radiata dal campionato di competenza (Serie C2).

Fu l’anno del presidente Giuseppe Mauro, una gestione che portò la stessa estate al fallimento della società granata.

Riportiamo qui di seguito una lettera a firma dell’allora sindaco Nino Garozzo e dell’assessore allo sport Gianluca Cannavò

Il Sindaco di Acireale Nino Garozzo e l’Assessore allo Sport Gianluca Cannavò,
– premessi gli incontri avuti con l’attuale presidenza dell’Acireale Calcio Sig. Giuseppe Mauro e con una rappresentanza della tifoseria granata e gli impegni assunti dal presidente;
– ritenuto che ad oggi non sono stati mantenuti tali impegni neppure per la parte relativa alle piccole spese correnti alcune di urgentissimo soddisfacimento;

– ritenuto, quindi, che l’attuale gestione presenta macroscopiche anomalie di dubbia comprensione a poche settimane dal passaggio di proprietà e per le quali ancora non si comprendono le reali ragioni del subentro dell’attuale presidente;

– ritenuto che i toni e le dichiarazioni rassicuranti quanto non addirittura trionfalistici del Sig. Mauro sono stati smentiti dai fatti concreti che gettano discredito sulla gloriosa squadra di calcio e sulla Città intera;

– ritenuto che questa Amministrazione aveva dato una disponibilità alla collaborazione ma a patto che i comportamenti fossero chiari, trasparenti e animati da obiettivi di pubblico interesse;


– ritenuto che l’Ente non può essere coinvolto in attività gestionale di dubbia correttezza giuridica e morale;

anche a salvaguardia della Istituzione rappresentata e della Città, comunica la indisponibilità a proseguire qualsiasi forma di collaborazione o di rapporti con il presidente dell’Acireale Calcio e suoi collaboratori in quanto ritenuta l’attuale gestione non affidabile.

L’Amministrazione, consapevole della delicatezza del momento, continuerà nell’impegno assunto di ricercare possibili soluzioni alla vicenda nelle forme che si dovessero rendere necessarie. In tal senso sarà assicurato il rapporto con la Città e i suoi tifosi attraverso incontri, comitati spontanei e ricerca di partner interessati ad assicurare una gestione dignitosa della nostra società di calcio.

Al tecnico Ugolotti, ai giocato e ai collaboratori il nostro sostegno e il nostro incoraggiamento in una fase così delicata del campionato e la promessa che l’Amministrazione e la Città non li deluderà.

L’Amministrazione invita gli sportivi ad essere presenti domenica allo stadio perché ricominci il nostro cammino con meno millanterie e più rispetto per la nostra storia e la nostra bandiera. 

Il Sindaco
Nino Garozzo 

L’Assessore allo Sport
Gianluca Cannavò