Il Cachet di Malgioglio tra Acireale e Misterbianco chi Vince e chi Perde.

Ci siamo occupati a lungo dei conti del Carnevale 2019, anche correndo il rischio di apparire molesti e ripetitivi. Lo abbiamo fatto con la consapevolezza che la gestione dei costi dell’edizione 2019 sia stata, nella migliore delle ipotesi, superficiale e priva di sostenibilità rispetto al budget preventivo.

A distanza di molti mesi dalla conclusione dell’edizione 2019 e dopo numerosi interventi ed interrogazioni anche parlamentari che hanno trasformato il Carnevale in un caso politico, si arriva alla pubblicazione dei conti dell’edizione 2019, ed alla drastica presa di posizione del Sindaco che rimuove l’intero Cda della Fondazione, “reo” di non aver vigilato abbastanza. Sfugge probabilmente ai più, che il presidente della fondazione, secondo statuto sia lo stesso Sindaco, che può delegare una persona di sua fiducia alla guida dell’ente pubblico che gode del maggior finanziamento pubblico comunale.

Tra i motivi che hanno fatto sforare il budget del Carnevale 2019 ci sono state le spese per gli spettacoli, che nell’idea del passato Cda, dovevano sostenere il corso dello sbigliettamento ma che hanno provocato invece un ulteriore perdita che alla fine , sembrerebbe attestarsi a €422.000,00, determinando il piano di rientro dell’attuale Cda.

Tra i costi dei Cashet degli artisti che si sono alternati sul palco, c’era anche il noto cantante Cristiano Malgioglio che insieme a Bianca Atzei ed il Dj Fernando Proce il 23 Febbraio del 2019 si è esibito sul palco allestito in piazza Duomo, in una serata glaciale in cui una piazza semivuota e bagnata dalla pioggia assisteva allo spettacolo.

Per tale evento è stata preventivata una somma complessiva di 33.000€, che per le informazioni di cui disponiamo non riusciamo a suddividere tra i tre artisti, ma è lecito ritenere che la parte preponderante sia toccata a Malgioglio.

Nel Carnevale di Misterbianco di quest’anno è stato invitato anche Cristiano Malgioglio, che si esibirà il 22 febbraio ma leggendo la determina del Comune di Misterbianco i numeri appaiono molto diversi.

Infatti è previsto un budget complessivo di 8.800,00€ per l’artista siciliano ed il dj Ruggero Sardo.

Premesso che un artista può chiedere quello che ritiene più opportuno in base alla notorietà del momento in cui si esibisce , alle prestazioni artistiche, alla durata dell’esibizione e pertanto nulla è da addebitare ai singoli artisti, è un pò imbarazzante leggere che per prestazioni analoghe il budget speso da Acireale sia almeno il doppio di quello di Misterbianco.

Dalla Determina della Fondazione di Acireale non è possibile ricostruire la suddivisione dei costi ma qualche dubbio ci viene e tra un dubbio e l’altro siamo già alla Corte dei Conti, speriamo di non andare oltre.

Fabio D’Agata