“Il Consiglio comunale dei ragazzi”, Acireale per la Settimana dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza

Uno tra i migliori consigli si è tenuto oggi al Palazzo di Città, ovvero quello al quale hanno partecipato i bambini degli istituti scolastici di Acireale, nell’ambito delle attività proposte durante la settimana dedicata ai Diritti per l’infanzia.
Insieme al sindaco Stefano Alì,all’assessore alla pubblica istruzione Palmina Fraschilla, al presidente del consiglio Sonia Abbotto, al Garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza Maria Moschetto e ad alcuni consiglieri, i bambini si sono cimentati nella simulazione di una vera e propria seduta di consiglio comunale.
I bambini intervenuti, nelle vesti di consiglieri, hanno presentato le loro interrogazioni con una spiccata proprietà di linguaggio e dimostrando di conoscere profondamente le difficoltà presenti sul territorio, presentando ognuno le proprie proposte e invitando i presenti ad interrogarsi sulle possibili soluzioni, con richieste ben specifiche ed articolate. Il microfono e la sala non li hanno intimoriti, tutt’altro, qualcuno addirittura non si è accontentato delle risposte date dall’assessore Fraschilla, che ha attentamente ascoltato e risposto ad ognuno di loro.

Responsabili e autorevoli piccoli cittadini quindi, “Non di domani, non del futuro”, come ha tenuto a precisare il Garante Maria Moschetto, rivolgendosi direttamente ai bambini, “ma di oggi, del presente, perché nel preciso momento in cui venite al mondo ne diventate cittadini a tutti gli effetti e avete gli stessi diritti degli adulti, tra i quali, importantissimo, quello ad esprimere il vostro parere e le vostre esigenze, a partire già dalle decisioni che si prendono all’interno della famiglia, è importante che venga ascoltata la vostra parola.”.

I bambini hanno portato in aula questioni legate al territorio, dalla Villa Belvedere, alle aree a verde mancanti; dai parchi gioco insufficienti, alle strade non percorribili per le condizioni del manto stradale; dai marciapiedi distrutti di piazza Europa, alle Terme e i teatri chiusi che piegano il turismo, interagendo con domande e suggerimenti precisi e pertinenti.
Molto alto quindi il livello del dibattito, che ha avuto inizio con i saluti del sindaco Ing. Stefano Alì, il quale ha spiegato molto dettagliatamente ai piccoli consiglieri come funziona la macchina politica amministrativa, affermando che : “Solo avendo consapevolezza dei meccanismi della politica ci si può appassionare e di conseguenza riuscire a diventare cittadini attivi, perché la politica difende i diritti.”

Soddisfatta della grande partecipazione l’assessore Fraschilla : “Oggi ci siamo riuniti in questo consiglio comunale speciale per dare la parola ai nostri bambini. Ringrazio tutti i dirigenti scolastici per la partecipazione e tutti i bambini intervenuti per gli importanti argomenti di discussione portati in aula. I bambini ed i ragazzi hanno diritto di esporre le loro opinioni e oggi abbiamo avuto la possibilità di accogliere tante proposte che verranno sottoposte al sindaco e alla giunta “.

Sulla stessa linea il presidente del consiglio Sonia Abbotto, che ha guidato i piccoli consiglieri, spiegando loro passo passo come si svolge un consiglio e apprezzando la qualità dei loro interventi.

( Laura Magliocco )