Il neo assessore Francesco Coco: “Mi muoverò per la lotta all’abusivismo”.

Giura Francesco Coco e così entra a far parte della squadra assessoriale dell’amministrazione Alì. Lo abbiamo raggiunto per raccogliere la sua dichiarazione in riferimento all’impegno che dovrà gestire con le deleghe al Bilancio e alla Polizia Municipale.

Assessore Francesco Coco: “Ho ricevuto queste due deleghe che io ritengo che siano tre perché quella dei tributi la reputo una delega a se stante e particolarmente importante”. Poi l’assessore Coco aggiunge, “Sento il peso e l’onere di queste deleghe espleterò il mandato con senso di responsabilità spirito di servizio e metterò tutto il mio impegno nel nome del bene che voglio alla mia città”.

Assessore Francesco Coco per quanto riguarda la delega alla Polizia Municipale lei ha fatto interventi in consiglio comunale in cui richiedeva maggiore attenzione in riferimento al rispetto delle regole del vivere civile. Adesso potrà muoversi in questa direzione con il ruolo di assessore al ramo. Quali sono i suoi primi impegni in questa direzione?

Assessore Francesco Coco: “Sono una persona che ama più la sostanza che la forma per quel che riguarda la Polizia Municipale ho una formazione che deriva da una lunga tradizione familiare e, in questo caso, affermo che la forma diventa importante tanto quanto la sostanza. Il mio impegno per la delega alla Polizia Municipale si muoverà su quattro direttrici: la lotta all’abusivismo, la lotta alla maleducazione civica, la segnaletica stradale e i rapporti tra il vigile e il cittadino. Il corpo dei vigili urbani deve ritornare ad essere un fiore all’occhiello della città perché rappresenta uno dei più importanti biglietti di presentazione più importanti. Il vigile deve essere il migliore amico del cittadino che rispetta le regole e deve essere il peggior incubo per tutti quelli che vivono nella inciviltà e che non hanno rispetto per le norme della serena convivenza civica”.

(mAd)