Incontro tra il WWF e l’assessore all’ambiente Daniele La Rosa. “L’istituzione di una Consulta sono il giusto percorso per la valorizzazione del territorio”.

ACIREALE – Il WWF incontra l’assessore all’ambiente del Comune di Acireale Daniele La Rosa dove si è ribadita la necessità di porre tutta l’attenzione possibile ad alcune aree del territorio acese troppo spesso prese di mira dagli incivili che abbandonano i rifiuti.

Alla fine dell’incontro la delegazione del WWF ha rilasciato questo comunicato.

Un incontro pacato, esplicativo, con un inizio guardingo, quello che si è svolto ieri tra i volontari dell’associazione WWF Sicilia Nord Orientale e l’Assessore all’Ambiente di Acireale , dott. Daniele La Rosa,  con la presenza del consigliere Sig. Martino Florio. Incontro avvenuto in piattaforma tecnologica per avere una fruizione più veloce e sicura  togliendo  però  la tangibilità del conoscersi   che i confronti  “ de visu” permettono.

Nel presentarci come soci dell’associazione abbiamo ribadito la nostra attenzione verso Acireale ed il suo territorio grazie anche alle segnalazioni di alcuni soci acesi che, oltre a partecipare ad azioni consolidate in altre zone limitrofe, desiderano essere presenti in maniera più attiva nel territorio, mantenendo sempre viva quella sensibilità della società civile locale verso la tutela dell’ambiente.

I risultati raggiunti con la raccolta differenziata dei rifiuti dall’Amministrazione attestati al 63% sono un risultato encomiabile che insieme al controllo e alla bonifica delle micro discariche, alla videosorveglianza con conseguenti azioni sanzionatorie, ne fanno uno dei Comuni più virtuosi siciliani.

Abbiamo appreso con nostra grande soddisfazioni alll’avvio delle pratiche per la realizzazione, nel giro di pochi anni, di un depuratore al servizio della città di Acireale e dei comuni dell’interland, sanando, speriamo, l’annoso problema dell’inquinamento del mare, almeno in questo tratto di costa. 

Come volontari ambientalisti auspichiamo al mantenimento e perché no ad un incremento dei risultati raggiunti, sommato ad una continua attenzione alle aree naturali presenti quali la Timpa di Acireale e il sentiero Acquegrandi. Un maggiore coordinamento tra Enti e Associazioni, l’istituzione di una Consulta sono il giusto percorso per la valorizzazione del territorio sentito come“bene comune” circoscrivendo e riducendo sempre più gli atti di inciviltà e la cattiva “consuetudine” degli abbandoni di rifiuti lungo gli argini delle nostre strade. (WWF Sicilia Nord Orientale)