Ipab Cristo Re di Acireale: Assessorato Famiglia dispone erogazione 638 mila euro Scavone: “Boccata di ossigeno per gli stipendi dei dipendenti”.

COMUNICATO STAMPA
L’assessorato regionale della Famiglia ha disposto il pagamento e la liquidazione della somma di 638 mila euro a favore dell’Ipab Oasi Cristo Re di Acireale.

A darne notizia l’assessore regionale, Antonio Scavone. “ Dopo anni di ritardi nel pagamento degli stipendi, il personale potrà finalmente ricevere una parte delle loro spettanze- ha affermato l’assessore Scavone- erogazione resa possibile grazie all’ispezione disposta all’Ipab, con la nomina di un funzionario regionale dell’assessorato Famiglia, finalizzata a potere estrapolare dalla contabilità dell’Ente, la situazione debitoria dell’Ipab al 31.12.2017 nei confronti del personale dipendente di ruolo. Oggi, risolto ogni impedimento e pubblicata la legge di bilancio 2020 – ha concluso Scavone- l’assessorato ne ha disposto l’erogazione”.

Intanto domani alle ore 10,00 l’assessore Scavone sarà presente insieme al vicepresidente dell’Ars On. Angela Foti, che ha seguito anch’essa da vicino la vicenda del mancato pagamento degli stipendi all’Ipab Cristo Re, in un’apposita riunione sul tema Ipab proprio al Comune di Acireale, alla presenza del primo cittadino Ing. Stefano Alì, dei commissari straordinari delle II.PP.A.B acesi. “Saranno affrontati i temi relativi alle tre Ipab presenti ad Acireale oltre all’Oasi Cristo Re, la Pennisi Alessi e il Santonoceto– ha dichiarato ancora l’Assessore- soprattutto nell’ottica di una valorizzazione del patrimonio immobiliare e del rilancio delle attività istituzionali”.

Ad Acireale sono attualmente presenti tre Istituti Pubblici di Assistenza e Beneficienza che hanno una lunga storia secolare che trova origine nella presenza dei Collegi di studi di cui era famosa la città dei cento campanili. Oggi solo uno dei tre Istituti svolge attività istituzionale: l’Ipab Collegio Santonoceto e Conservatori Riuniti che oltre a svolgere istituzionalmente attività di semi convitto per minori, accoglie due centri diurni per anziani di Acireale. Il Commissario straordinario, Avv. Santo Primavera, di recente nominato per le modifiche statutarie, ha avviato una intesa istituzionale con il Comune di Acireale affinché parte del patrimonio immobiliare possa essere impiegato per luogo di incontro e cultura per gli acesi e possa essere realizzato in un terreno di proprietà dell’ente un parcheggio ricadente nel centro storico a servizio della città.

L’Ipab Collegio Pennisi Alessi è guidata dal Commissario Dott. Rosolino Greco che nominato di recente, dopo un accertamento amministrativo effettuato ha avviato l’iter di revoca del procedimento di estinzione dell’Ente, affinché possa essere valorizzato a favore del pubblico l’ingente patrimonio immobiliare in dotazione. L’Ipab Oasi Cristo Re guidata già da tempo dal Commissario straordinario Dott. Rodolfo Crisafulli attraversa una crisi finanziaria accumulata negli anni che ha portato alla interruzione dell’attività socio-assistenziale e alla relativa emergenza di collocamento del personale dipendente. Per questo l’Assessore regionale sta cercando una sinergia con la Prefettura di Catania, affinché la struttura con la relativa dotazione organica possa essere utilizzata come centro di accoglienza per minori non accompagnati, a maggior ragione nell’attuale contesto di emergenza sanitaria. A tal proposito il Commissario Crisafulli ha manifestato al Prefetto la disponibilità dell’ente.

(red)