domenica, Agosto 7, 2022
Google search engine
HomePoliticaLa maggioranza è minoranza e l’opposizione troppo “liquida”. Tempo di andare a...

La maggioranza è minoranza e l’opposizione troppo “liquida”. Tempo di andare a casa? Lo abbiamo chiesto al consigliere comunale Luciano Scalia. “A breve ci incontreremo per presentare una mozione di sfiducia”.

ACIREALE – L’amministrazione Alì continua a navigare a vista con una minoranza composta da dieci consiglieri del M5S e dalla consigliera comunale Cundari del gruppo Misto. Tutti gli altri si sono posti all’opposizione dell’amministrazione pentastellata ma tra le loro fila regna la confusione e le differenze sono diventati muri invalicabili. Intanto in città le criticità diventano “storie irrisolte”.

L’INTERVISTA

mAd: Consigliere Luciano Scalia, senza giri di parole, ma siete davvero convinti che i cittadini che vi hanno votato per stare all’opposizione sono contenti dei vostri giochetti finalizzati a fare rimanere a galla un’amministrazione che ormai da tempo non ha più la maggioranza?

Luciano Scalia (consigliere comunale): “Senza giri di parole affermo, senza timore di smentita, che per mandare questa Amministrazione a casa servano i due terzi dei voti del Consiglio (16 Consiglieri) favorevoli alla sfiducia, cosa che ad oggi non è numericamente possibile,essendo l’attuale opposizione formata da 13 Consiglieri.

mAd: Lei si rende conto che l’amministrazione che in qualche modo continuate a dotare della maschera d’ossigeno rappresenta sia in consiglio che in città una sparuta minoranza? E se si rende conto di questo dato come potete continuare a dare spettacolo con i giochetti dei presenti/assenti e con rappresentazioni che sono al limite della dignità politica?

Luciano Scalia (consigliere comunale): “La sua domanda in qualche modo ritrae il contenuto della prima ,ma non voglio sottrarmi dicendo che votare contro, su delibere che servono a mandare avanti la nostra città, secondo me è controproducente ed in antitesi col ruolo politico che riscopriamo. Bisogna sempre separare le due questioni, valutando attentamente ogni singola delibera”.

mAd: In riferimento alle ultime trovate politiche dell’amministrazione in carica, lei cosa ne pensa dell’eventuale istituzione del ruolo di superburocrate? E’ un modo come un altro per spostare la responsabilità delle scelte dalla politica alla burocrazia?

Luciano Scalia (consigliere comunale):  “Penso che sia proprio così, ed è per questo che l’opposizione non è d’accordo. Prescindendo il fatto che la questione non sia legata alla delibera di ieri ,che vedeva in votazione gli spostamenti di bilancio ,la delibera del supervisore o Direttore supergalattico come vogliamo chiamarlo è stata un atto di Giunta che autonomamente ha pensato di produrlo, in prospettiva di una loro fantasiosa programmazione futura, eludendo la necessità evidente che, prima dei supervisori, la nostra città abbia bisogno di valorizzare i propri dipendenti comunali, i quali svolgono mansioni finalizzate alle esigenze dei nostri cittadini. Gravissimo che tale evidenza non sia stata preso in considerazione dall’Amministrazione che, arrogantemente e nonostante le ripetute sollecitazioni in tal senso, abbia spostato circa 155 mila euro di esuberi economici da un capitolo ad un altro, senza destinarli invece, ad un incremento orario ai dipendenti a 24 ore settimanale, specie nei settori strategici dell’apparato comunale. Voglio altresì ribadire che tale delibera è l’unica che per legge non debba passare dal Consiglio Comunale e nemmeno, per parere, dalle Commissioni competenti”.

mAd: Consigliere Luciano Scalia mentre voi in aula continuate e giocherellare con la finta opposizione è cosciente che Acireale sta attraversando un periodo di degrado mai visto prima? Mi riferisco al servizio di raccolta dei rifiuti urbani, al flop della pista ciclabile Aci Greenway, all’incapacità amministrativa di munirsi di un piano per la riduzione delle emissioni, alle vicende del pattinodromo solo per citare gli ultimi capitoli di una storia politica priva di programmazione. Qual è la sua analisi rispetto alle condizioni in cui versa la città?

Luciano Scalia (consigliere comunale): “Io penso che sull’etichetta della finta opposizione, sia auspicabile che i cittadini facessero un rigoroso distinguo tra chi ha fatto, sin dall’inizio di questa consiliatura, opposizione, e chi la pratica a fase alternata. Le condizioni in cui versa la città è sotto gli occhi di tutti; partendo dalla raccolta dei rifiuti, passando dall’arredo urbano , sino ad arrivare alle opere pubbliche, è tutto un fallimento! Mi consenta di dire che tale evidente rappresentazione, sullo stato della città, viene ripetutamente evidenziato in sede di Consiglio Comunale. Più di una volta, infatti, la vostra testata ha riportato i miei interventi in Consiglio, che ritengo non siano mai stati teneri nei confronti 6dell’Amministrazione. Se però tutto ciò non è bastevole, vuol dire che è nostro compito ribadirlo con maggiore incisività, attraverso azioni di contrasto, parimenti incisive, alla patetica inerzia del governo cittadino”.

mAd: Per chiudere desidero porle un quesito relativo agli equilibri politici. Oramai per il sentire comune siete tutti accomunati dalla vecchia logica di non voler lasciare la poltrona, non crede sia davvero arrivato il tempo di munirsi di quel minimo di coraggio politico ed iniziare a recitare il ruolo politico che i cittadini vi hanno consegnato?

Luciano Scalia (consigliere comunale): “È chiaro che, come detto prima, ci vogliono i numeri che ad oggi l’opposizione non ha. Credo che a brevissimo ci incontreremo per valutare la presentazione di una mozione di sfiducia, ormai non più procrastinabile. La mancanza di rispetto istituzionale di questo Sindaco e della sua Giunta nei confronti dell’intero Consiglio Comunale (e quindi anche della sparuta maggioranza che li sostiene) nel presentare delibere anche importantissime, con la fregola, l’arroganza e la derivante pretesa di vedersela approvare con urgenza poiché “necessarie alla vita dell’Ente”, non può e non deve più trovar spazio tra le nostre fila. Si, credo proprio sia arrivato il momento”.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments