LA SCRITTRICE SICILIANA GIOVANNA GIORDANO, CANDIDATA AL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 2020

Orgoglio per la nostra terra di Sicilia grazie alla La scrittrice siciliana Giovanna Giordano che è stata candidata al Premio Nobel per la Letteratura 2020. La sua candidatura è stata avanzata da una delle quattro maggiori Università di Svezia e i suoi romanzi sono oggetto dell’attento studio della Commissione Nobel dell’Accademia. Il vincitore del Nobel della Letteratura 2020 sarà annunciato a Stoccolma giorno 8 ottobre.

Nata a Milano ma in lei scorre sangue siciliano. Una vita intesa, quella della scrittrice e giornalista Giovanna Giordano, vissuta tra Milano e la Sicilia di suo padre, lo scienziato Nicola Giordano. Dal 1993, l’incontro con Fernanda Pivano, le porta fortuna per il romanzo Trentaseimila giorni. Secondo la Pivano, Giovanna Giordano è un’erede della Magna Grecia.

Vincitrice per due volte del Premio Racalmare Sciascia, nel 2017 vince il Premio internazionale di giornalismo Media Award André Gide. Da un anno lavora al suo nuovo romanzo, una storia che inizia un secolo fa di mare e avventura.

Tra i romanzi di Giovanna Giordano, candidata al Premio Nobel per la Letteratura, spiccano Cina cara io ti canto (1991), Trentaseimila giorni (Marsilio, 1996, Premio Sciascia), Un volo magico (Marsilio, 1998), Zauberflug (edition Lübbe, 1999)Il Mistero di Lithian (Marsilio, 2004) e numerose pubblicazioni dedicate al mondo dell’arte

“La vita, ha commentato la scrittrice, è piena di meraviglie.
Riesce a stupirti sempre.Tutto può succedere. Ho ragione a credere nell’impossibile. I libri sono come messaggi nella bottiglia. Viaggiano e raggiungono chi vogliono loro”.
“Sto vivendo una girandola di emozioni, dall’incredulità allo stupore – ha aggiunto Giovanna Giordano – per la candidatura a questo prestigioso riconoscimento andato a giganti della letteratura, tra cui i siciliani Quasimodo e Pirandello. Sono perfettamente consapevole che siamo nani sulle spalle di giganti”.

(Red)