L’Acireale paga la dura legge dell’ex: Diop punisce i granata, vince il Marina

Una rete dell’ex Diop, mai troppo amato dalla tifoseria, punisce l’Acireale uscito sconfitto dall’Aldo Campo di Ragusa. Non esulta il senegalese, gioiscono invece i suoi compagni al termine di una prestazione caratterizzata da assoluto cinismo, forse nell’unica vera palla gol creata dai padroni di casa. Granata spenti per buona parte della prima frazione, salvo poi accendere la spina una volta subita la rete dello svantaggio. Non basta poi un secondo tempo arrembante a colmare il gap nel punteggio, nonostante la buona quantità di occasioni create. Eppure lo aveva annunciato proprio il tecnico Pagana alla vigilia come la gara di oggi non sarebbe stata affatto facile, così come lo stesso tecnico aveva speso parole d’elogio per l’ex numero 11 granata, giocatore da lui particolarmente stimato. Squalificato il capitano Savanarola, per la trasferta ragusana l’Acireale scende in campo con il 3-4-1-2: Pitarresi tra i pali, Silvestri, Sicignano e Orlando in difesa, Sidibe, Ott Vale, Ba e Mauceri a centrocampo, in avanti Arena alle spalle di Rizzo e Ouattara. È sfida tra ex: da una parte Arena, lo scorso anno indiscusso protagonista della promozione del Marina in D, dall’altra parte – oltre al già citato Diop – presente anche Aboubacar Sidibe, lo scorso anno autore di un’ottima seconda parte di stagione in granata.

Gara bloccata per buona parte della prima frazione, con un’attenta fase di studio tra le due squadre e senza acuti né da una parte, né dall’altra. Ma proprio quando la noia sembra prendere il sopravvento, al primo lampo cambia il copione del match: al 22′ Diop riceve palla al limite dell’area e al volo infila la sfera sotto la traversa. Rete splendida del centravanti senegalese su cui nulla può un incolpevole Pitarresi. L’Acireale fa fatica a riprendersi e la risposta arriva solo 10 minuti più tardi, quando il trio d’attacco confezione un’ottima azione corale che libera Arena per la conclusione senza però impensierire più di tanto la retroguardia iblea. Al duplice fischio è 1-0 per i padroni di casa.

Nella ripresa la squadra di Pagana scende in campo con maggior convinzione e voglia di riprendere il risultato, di volta in volta però scontrandosi contro il muro avversario o con la poco precisione. Al 60′ è Arena a creare pericoli, ma la sua conclusione termina alta. Più tardi è De Felice, nel frattempo entrato ad inizio frazione, a provarci ma l’attaccante spara alto da buona posizione. Pagana si gioca allora il tutto per tutto e manda in campo il neo acquisto Dynel, ma non servirà. Il Marina chiude bene, gestisce e sfiora addirittura il gol che chiuderebbe definitivamente i conti con Retucci. Al triplice fischio dell’arbitro Vingo di Pisa, è 1-0 per gli iblei: decide la splendida rete di Modou Diop.

Giorgio Cavallaro