L’assessore Carmelo Grasso e gli step per la mobilità. Una cronostoria sorprendente

14 luglio 2018 – Incontriamo l’assessore alla mobilità sostenibile Carmelo Grasso il tema è le nuove disposizioni per la ZTL. In quell’occasione ha affermato l’assessore Grasso: “Noi in questa fase di pianificazione stiamo approvando un documento che è transitorio, quindi all’interno del PGTU, dove saranno avviate tutte le attività di concertazione… Sono previsti degli elementi qualitativi introdotti in maniera innovativa qui ad Acireale e in particolare mi riferisco alle zone di 30 km/h. Queste sono delle zone dove è consentita la viabilità sia delle automobili ma anche delle biciclette e dei pedoni. La zona 30 km/h ha tre obbiettivi principali: abbattere l’inquinamento ambientale che nelle nostre zone è elevatissimo, abbattere l’inquinamento acustico e migliorare la sicurezza dei pedoni. (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/acireale-ztl-abbiamo-sentito-lassessore-carmelo-grasso/ )

15 settembre 2018 – Chiedo all’assessore Carmelo Grasso quali sono stati i benefici dell’apertura di piazza Duomo al traffico veicolare privato. L’assessore rispopnde così: “L’apertura di piazza Duomo nasce dal fatto che qualsiasi provvedimento venga adottato si presterà sempre a lati positivi e lati negativi, quindi a consensi pochi e a critiche molte. Questo avviene perchè non esiste il sistema dei trasporti, perchè non esiste la pianificazione, perchè non esiste il piano generale del traffico urbano, quindi ogni azione ha delle conseguenze soprattutto quando non vi è una rete, un sistema. Quello che io voglio creare è il sistema e la rete…” (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/mobilita-piano-del-traffico-zona-30-ed-altri-provvedimenti-approfondimento-con-lassessore-carmelo-grasso/ )

24 gennaio 2019 – Arriva in aula consiliare il provvedimento sulla zona 30, in quell’occasione incontro l’assessore Carmelo Grasso e chiedo a che punto è la road map tracciata nelle precedenti conferenze stampa. Questa la risposta dell’assessore: “Il primo step è quello della zona 30. Poi la zona 30 sarà associata ad una zona a traffico limitato in una sola porzione del territorio, seguirà una zona 30 ambientale associata alla ztl”. Poi aggiunge “è impensabile che una città come Acireale con un centro storico bellissimo non abbia una ztl”. (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/ztl-e-mobilita-urbana-la-road-map-dellassessore-grasso-impensabile-che-acireale-non-abbia-una-ztl/ )

26 aprile 2019 – E’ stata effettuata la segnaletica per la zona 30 e l’assessore Carmelo Grasso afferma: “La zona 30 è un sistema moderno e adeguato di mobilità nei centri storici e garantirà la convivenza di pedoni, ciclisti e automobilisti in base alla conformazione delle carreggiate del centro di Acireale”. Poi ritorniamo sul punto inerente piazza Duomo e l’assessore dichiara: “Io sono per la chiusura del centro storico”. Poi traccia, ancora una volta, la road map. “Ho un progetto di mobilità a 360 gradi. Ma è un lavoro in itinere, che coinvolge anche il trasporto pubblico con i mezzi geolocalizzati. La prima fase è la zona 30, che troviamo in tante città moderne italiane ed europee. La seconda fase sarà la Ztl, che ricalcherà la stessa precedentemente attivata su piazza Duomo. La terza sarà l’istituzione della zona 30 ambientale, con il traffico limitato ai veicoli inquinanti e poi si passerà alla fase finale con la Ztl allargata al primo tratto di corso Umberto e ad un tratto di corso Savoia”. Siamo davvero dentro il “loop”. Ma l’aspetto che consideriamo assai criticabile e quando l’assessore alla mobilità afferma, in riferimento alla zona 30, che “Il movimento sinusoidale,- spiega-, è funzionale per le attività di somministrazione, perché abbiamo previsto che tutte possano collocare i dehors senza attraversamento.” (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/zona-30-e-vivibilita-lassessore-grasso-sono-per-la-chiusura-del-centro-storico/ )

23 ottobre 2019 – Si avvia la pista ciclabile in corso Italia. Chiediamo se la pista ciclabile verrà ampliata, risponde così l’assessore Carmelo Grasso: “Il nostro PGTU prevede il collegamento dell’itinerario ciclabile ai due poli scolastici: Galileo Galilei, Gulli e Pennisi, Archimede, Brunelleschi e Ferraris Vigo Fuccio La Spina, parliamo di cinquemila studenti”. (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/cordoli-pista-ciclabile-e-mobilita-grassoi-cordoli-li-impone-la-legge-litinerario-ciclabile-si-colleghera-con-scuole-e-parcheggi-scambiatori/ )

11 novembre 2019 dalle nostre pagine lanciamo un’iniziativa pubblica per parlare dal vivo di mobilità sostenibile. L’assessore Carmelo Grasso è presente con noi in piazza Duomo e risponde a tutte le domande che poniamo durante quelle ore di democrazia partecipata. Tante domande ma la risposta è stata sempre la stessa “ci vuole pazienza, vogliamo la ztl… situazione complessa, pianificazione necessaria, una chiusura del centro storico strutturata”. Tanti in piazza Duomo hanno brontolato per le risposte evasive ricevute e la serata, come capita spesso, si è conclusa con un nulla di fatto e tante tante parole. (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/fancity-in-piazza-duomo-per-chiedere-vivibilita-e-sviluppo-grassopazienza-e-fiducia-ma-non-spiega-perche-hanno-riaperto-la-piazza-al-traffico/ )

5 maggio 2020 – La situazione è quella di sempre, l’unica novità è il documento della confcommercio dove, tra le altre cose, si chiede di iniziare la ztl dalle ore 21 e il dissenso di tanti ristoratori che ritengono che questa indicazione di orario non abbia senso perchè non gli consentirebbe neanche la possibilità di organizzare i tavoli in tempo utile per accogliere gli avventori. (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/il-punto-di-vista-di-emanuele-serpa-frumento/ ) (fonte https://www.fancityacireale.it/wordpress2/covid-e-crisi-economica-il-sindaco-ali-lamministrazione-puo-fare-molto-poco-le-proposte-della-confcommercio-esenzione-tosap-sanificazione-delle-strade/ )

Dopo quasi due anni di strategie e road map siamo sempre al punto di partenza, anzi dietro la linea di partenza. Di fatto quando tutte le cronologie vengono assolutamente disattese cosa resta da fare? Non sono interessato neanche a dire cosa dovrebbe fare un politico, non sono interessato più a niente di questa lunga e inutile storia popolare. Certe mentalità non cambiano neanche con la pandemia. L’assessore Grasso andrebbe dimesso? Non importa se rimane o va via, l’amministrazione acese galleggia senza una visione coraggiosa e, quindi, tutto è come appare; esattamente così.

(mAd)