Respinto l’emendamento. Lorenzo Leotta: “Tentativo di limitare la partecipazione dei cittadini”

ACIREALE – Il consiglio comunale nella seduta del 20 marzo 2018 ha approvato, con 12 voti favorevoi, 11 astenuti e 0 contrari, il bilancio di previsione. Durante la seduta consiliare alcuni consiglieri comunali hanno proposto all’aula un emendamento che proponeva di stornare delle risorse dal bilancio partecipato per destinarli alla manutenzione ordinaria delle strade e alla manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione.

L’emendamento è stato bocciato dal voto in aula consiliare e ne ha scaturito un fitto dibattito tra i consiglieri di maggioranza che hanno voluto precisare che erodere delle somme dal bilancio partecipativo di fatto sarebbe significato “eliminare tante idee innovative e vanificare l’impegno e la volontà di chi ha aderito”.

Ecco come ha giudicato l’emendamento il consigliere comunale de “I Democratici” Lorenzo Leotta: “Durante la seduta di ieri si è verificato un tentativo da parte di alcuni consiglieri comunali di limitare la partecipazione dei cittadini all’attività amministrativa del Comune di Acireale. I suddetti consiglieri hanno infatti proposto lo storno di parte delle somme destinate al bilancio partecipativo a vantaggio di capitoli relativi a lavori di ordinaria amministrazione, rischiando così di eliminare tante idee innovative e vanificare l’impegno e la volontà di chi ha aderito. Fortunatamente grazie alla maggioranza del consiglio comunale l’emendamento è stato respinto. Credo che democrazia e pluralità siano le basi e il fondamento dell’attività politica e che strumenti come il bilancio partecipativo debbano essere sempre mantenuti, e anzi incentivati”.

Bilancio approvato, emendamento bocciato. Adesso si attende l’arrivo del commissario e la data per le elezioni amministrative anticipate ma già si percepisce chiaramente il clima di campagna elettorale in città così come tra i banchi dell’aula consiliare acese.

(mAd)