Luciano Scalia: “Amministrazione Alì? Un viaggio nel buio” – Intervista –

Acireale – “Un viaggio nel buio e senza programmazione futura”: così il consigliere d’opposizione e vicepresidente della prima commissione consiliare, Luciano Scalia, definisce l’operato dell’amministrazione.

Scalia, che si è sempre distinto per la sua schiettezza durante i lavori del civico consesso cittadino, risponde ai nostri microfoni con la stessa caratteristica, senza mandarle a dire:

Consigliere Luciano Scalia che lettura politica dà alla formazione del gruppo “La città che vogliamo”?

“A mio parere il nuovo gruppo nasce in primis per la non democraticità che si è venuta a creare all’interno del movimento cittadino, peraltro prerogativa della nascita dello stesso e poi, in considerazione del fatto che non vi è un punto di riferimento come doveva essere il sindaco e l’onorevole Angela Foti. Ormai viaggiano nel buio e senza una programmazione futura”.

Crede che l’amministrazione Alì abbia ancora ampi consensi tra i cittadini?

“Io reputo di no, ma tale impressione si è paventata dopo pochi mesi dall’insediamento, come precedentemente affermato. Inoltre, non si è ad oggi, rispettato quello che si sbandierava nel programma elettorale cioè il cambiamento”.

Qualora venisse rimandato il carnevale il contributo pubblico sarà lo stesso della scorsa edizione?

“L’argomento è stato affrontato in consiglio comunale grazie alla pressione dell’opposizione. Si paventava la diminuzione del contributo ma si è riusciti a riconfermarlo per intero”.

Può dirci se ancora possiamo intercettare qualche finanziamento per creare l’isola ecologica?

“Il consiglio si è espresso il 19 febbraio 2018 nel mettere il vincolo di esproprio per partecipare al finanziamento già in atto ma ad oggi, l’amministrazione, non ha messo in atto il possesso dell’area”.

Daniela Gieri