mercoledì, Maggio 25, 2022
Google search engine
HomePoliticaMobilità, gli studenti presentano il manifesto della mobilità sostenibile.

Mobilità, gli studenti presentano il manifesto della mobilità sostenibile.

Gli studenti del progetto O.R.A. hanno incontrato il 2 dicembre le amministrazioni locali di Acireale e Catania per presentare le loro proposte per una più sostenibile mobilità urbana.

Sono stati oltre 2.000 studenti di tutte le scuole italiane che hanno elaborato i progetti: idee e temi che i giovani studenti hanno voluto presentare alle amministrazioni locali.E sono proprio le amministrazioni locali, chi governa le città che non possono più tirarsi indietro davanti all’emergenza climatica e i danni che la stessa provoca sulle comunità e sulle infrastrutture cittadine.

Ad Acireale gli studenti del Liceo Classico Gulli e Pennisi hanno incontrato l’assessore alla mobilità sostenibile Giovanni Raciti ed hanno esposto le loro analisi e proposto le soluzioni per migliorare la mobilità e renderla maggiormente sostenibile. Fermate degli autobus con display, rastrelliere per il parcheggio delle biciclette, piste ciclabili e altre dinamiche che conducono a vivere la città e a spostarsi avendo maggiore rispetto dell’ambiente.Per l’occasione l’assessore Raciti ha dichiarato: “Ad agosto scorso, il sindaco ha nominato l’ing. Sebastiano Costanzo quale mobility manager aziendale e d’area. Ci auguriamo che tutte le strutture sulle quali insiste un consistente carico di traffico, soprattutto per gli spostamenti casa-lavoro, siano sollecite allo stesso modo, così da potere coordinare le iniziative nell’ambito della mobilità sostenibile, che resta un progetto priorità per questa Amministrazione”.“La mobilità sostenibile resta una priorità per l’amministrazione Alì”.

Siamo ormai abbastanza “vaccinati” per capire che in politica si può dire tutto e il suo contrario, comprendiamo ormai da numerosi anni che le dichiarazioni e i programmi spesso rimangono inevasi ma davvero ci sorprende non poco leggere le parole dell’assessore Raciti quando ad Acireale vi è l’unica piazza principale aperta al traffico veicolare per numerose ore della giornata, quando la “zona 30” si è dimostrata essere la peggiore azione per la mobilità sostenibile e che non da alcun risultato concreto, quando ancora per le vie del centro si rimane regolarmente imbottigliati nel traffico e quando la pista ciclabile di corso Italia appare perfettamente inutile e la pista suggestiva di Aci greenway un’incompiuta di cui ancora non sappiamo quando e come continuerà questa ulteriore debacle amministrativa. Restiamo altresì sorpresi, sempre dalle parole dell’assessore Raciti, quando siamo consapevoli che non esistono bus navetta ecologici per girare dentro il percorso urbano e quando dalle periferie e dalle frazioni si pregano tutti gli dei affinché passi in tempo e con regolarità un bus che porti al centro.In ogni caso possiamo affermare che tra tutti i fallimenti il più clamoroso addebitabile a questa amministrazione è certamente quello relativo alla mobilità sostenibile e le dichiarazioni roboanti servono davvero a poco.

Solo un ricordo: a novembre del 2019 l’allora assessore C. Grasso a piazza Duomo durante l’assemblea pubblica promossa da FanCity dichiarò che “la mobilità sostenibile e la chiusura di piazza Duomo sono la priorità dell’amministrazione Alì”, due anni e un mese dopo l’assessore Raciti usa le stesse parole per tentare di nascondere un fallimento clamoroso.

(mAd)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments