Parcheggio di scambio alla stazione ferroviaria. L’ass. Grasso “Nodo strategico per la mobilità”

ACIREALE – La giunta amministrativa con la delibera del 2 maggio 2019 ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di un parcheggio di scambio nello spazio a ridosso della stazione ferroviaria di Acireale. Si tratta di un terreno di proprietà delle Ferrovie dello Stato.

Il progetto esecutivo, redatto dall’area tecnica dei LL.PP. del Comune di Acireale, è del dicembre 2018, il parcheggio scambiatore è stato un punto programmatico dell’amministrazione Alì, un parcheggio che serve essenzialmente per aumentare i posti che al momento sono assolutamente carenti. Grazie alla proroga di 120 gg. emessa dal Dipartimento regionale delle infrastrutture Acireale farà in tempo per rientrare nel finaziamento.

Come si legge dalla delibera di giunta “i vincoli di piano preordinati all’esproprio sono decaduti, per cui le zone destinate a parcheggio pubblico del vigente PRG, soggette ad esproprio, sono in atto “zone bianche” e la “realizzazione dell’opera non comporta modifica al dimensionamento o alla localizzazione delle aree per servizi alla popolazione…” La realizzazione dell’opera inoltre non comporta “varianti allo strumento urbanistico”.

Ecco cosa prevede il progetto che è stato leggermente modificato rispetto alla prima stesura. 1) Eliminazione dell’alberatura, 2) modifica della larghezza dei marciapiedi, 3) un’area dedicata al “car sharing elettrico”.

Il 2 aprile 2019 il consiglio comunale in riferimento al parcheggio scambiatore aveva dato il via libera per il progetto preliminare per un importo di 400 mila euro,  e l’area tecnica del Comune di Acireale ha, come detto prima, redatto il progetto esecutivo .

Ecco cosa prevedono i lavori.

Sistemazione area parcheggio (pavimentazione, recinzione, ecc)

1 – PULITURA AREA, DEMOLIZIONI, SCAVI

2 – SPICCONATURE, INTONACI E OPERE MURARIE E CLS VARIE

3 – SCARIFICA SUPERFICI, CONGLOMERATO BITUMINOSO PAVIMENTAZIONE

4 – COLLOCAZIONE RECINZIONE, OPERE IN FERRO E VARIE

5 – TRATTAMENTI OPERE IN FERRO

6 – SEGNALETICA ORIZZ./VERT. E COLLOCAZIONI/FORNITURE VARIE

Pubblica illuminazione, ricarica elettrica

7 – SCAVI TRACCE, POZZETTI, RINTERRI/RICOPRIMENTI VARI

8 – PASSAGGI CAVIDOTTI, CONDUTTORI ELETTRICI, GIUNZIONI ETC

9 – PALI ILLUMINAZIONE E CORPI ILLUMINANTI

10 – QUADRI ELETTRICI, CABLAGGI, FORNITURE COLONNINE E VARIE

Verifiche regolare esecuzione e sgombero cantiere

Nel cronoprogramma sono previsti 83 giorni di lavoro

Il cronoprogramma dei lavori – clic destro del mouse per ingrandire l’immagine

Abbiamo sentito l’assessore alla mobilità sostenibile Carmelo Grasso. “Il parcheggio scambiatore diventerà uno dei nodi strategici della mobilità. Ad Acireale, adesso, sono previsti due nodi di scambio: uno sarà quello posto nell’attuale stazione ferroviaria e l’altro quello dei “Cappuccini”. Il parcheggio dei “Cappuccini” oggi è un parcheggio di destinazione ma, speriamo a breve, quando ci sarà la fermata ferroviaria diventerà anch’esso nodo di scambio. La ferroviaria con queste fermate diventerà metropolitana di superficie. Va anche detto che l’attuale stazione ferroviaria ha due criticità: la prima che si trova significativamente decentrata e la seconda che manca, di fatto, la possibilità di lasciare l’auto e prendere il treno”.

Non si hanno ancora date certe dell’inizio dei lavori anche se il progetto è interamente finanziato considerato che Acireale alcuni anni fa era rientrata in una graduatoria per l’ottenimento dei finanziamenti per i parcheggi di scambio. Non dovrebbero esserci anticipazioni di risorse da parte dell’Ente comunale.

(mAd)