Piccola storia di Jaci – Festa grande di Santa Venera, luglio 1974

Anche nel luglio del 1974, gli acesi rendono omaggio alla Santa Patrona con una settimana di festeggiamenti. Il calendario delle manifestazioni e suddiviso in una parte civile ed una religiosa. Il comitato organizzatore è presieduto dal cav. Vincenzo Monaco collaborato dai signori Oliveri, Rapisarda, Garozzo,Costanzo, Coco, Maccarrone e dal mons. Sebastiano Giampapa che predispone un programma dignitoso malgrado la scarsità di risorse finanziarie.

Il programma civile prevede una sfilata di autovetture d’epoca con la partecipazione del pilota Andrea De Adamich, due serate di rappresentazioni teatrali in Piazza Duomo , un concorso di musica leggera dedicato ai bambini e serate lirico – sinfoniche in Piazza Duomo e Villa Belvedere.

il pilota Andrea De Adamich

Il programma religioso prevede la solenne processione del venerato simulacro il 28 luglio, per consentire la partecipazione del Card. Salvatore Pappalardo, fresco di nomina cardinalizia, che ci tiene in modo particolare a essere presente alla celebrazione della Santa. Il solenne pontificale è presieduto dallo stesso cardinale Pappalardo, dal vescovo di Acireale mons.Pasquale Bacile, e dai Mons. Angelo Calabretta e Ignazio Cannavò. Il venerato simulacro della Santa Patrona è traslato dalla cappella all’altare maggiore dai giovani della ACLI.

il Cardinale Salvatore Pappalardo

Una folla di cittadini gremisce la cattedrale, sono presenti tante autorità a cominciare dal prefetto di Catania dott. Domenico Gasparri, dal questore Di Francesco, dal vice questore , dal sindaco Scandura con la giunta municipale composta dagli assessori Coco, Rapisarda , Calì, Di Prima, Arcidiacono, Russo, Coniglio e Cavallaro. L’on. Nicola Grassi Bertazzi e dall’assessore regionale Giuseppe Aleppo, dal col. Salvatore La Rosa in rappresentanza del presidio militare di Catania, dal cap. della compagnia Carabinieri di Acireale D’Allura, il pretore dott. Enzo Cosentino, il procuratore della Repubblica dott. Di Natale, il tenente della Guardia di Finanza Mifsud, il comitato organizzatore della festa, il presidente dell’Accademia degli Zelanti prof. Cosentini, il presidente dell’IACP dott. Il Grande, il presidente dell’UNUCI dott. Pavone, il Direttore dell’Ufficio distrettuale delle Imposte dirette dott. Ventrici, il direttore dell’Ufficio Registro dott. Salvatore Piro, il consigliere provinciale prof. Stefano Scandura, il Provinciale dei PP. Domenicani padre Stagnitta, il rettore del collegio Pennisi padre Ledda, il segretario politico della D.C. dott. Angelo Lombardo, il Sen. Cristoforo Filetti e il deputato regionale Paolo Tringali. Dopo il cosidetto giro nobile del fercolo i festeggiamenti si concludono con un ricevimento in municipio.

Nella foto l’uscita dell’argenteo fercolo issato sul carro a motore e il compianto cav. uff. Mancino

(Notizie da “Acireale 1974 cronaca di un anno a cura di Enzo Catania”)