Piccola Storia di Jaci – Il Riordino della Magistratura civile di Aci.

La politica del Vicere’ Marcantonio Colonna , come dimostrano le “Costituzioni Prammaticali”, e diretta a penetrare in ogni ramo di amministrazione sino ai minuti particolari si volse a riordinare i municipi. Consapevole infatti delle brighe dannose e delle pressioni dei capi elettori per spingere al potere i favoriti della loro fazione, il 16 gennaio 1579 , ordino’ che lo scrutinio pei nuovi candidati agli uffici del comune si facesse ogni anno il giorno 8 dicembre da una commissione di quattro persone” virtuose de bona coscentia et delle principali” che unite al capitano, Jurati , giudici, secreto, licterali e al rev. vicario o arciprete, premesso il giuramento, eleggessero ai pubblici uffici persone “habili et di bona fama”. Questa commissione in Aci , nel consiglio del 22 maggio 1579 risulto composta da Antonio Musmeci, Stefano Fichera, Nicolo’ de Leonardo e Ambrogio Finocchiaro: quattro tra i piu distinti amministratori di quell’epoca i quali in parte furono confermati nel consiglio del di 8 dicembre 1581 a proposta del Capitan-Giustiziere Marcantonio Gattola, meno il De Leonardo e il Finocchiaro che furono sostituiti dal notaio Mauro Savoca e dal Sindaco Pietro Ponti, non inferiori per attivita’ e doti amministrative.(da Aci nel sec. XVI del Can Raciti Romeo – Immagine di Marcantonio Colonna).

Marcantonio_Colonna