Piccola storia di Jaci – La breccia di Porta Pia e l’ingresso dei bersaglieri…..acesi.

Con la nascita del Regno d’Italia, uno dei principali obbiettivi era la proclamazione di Roma come capitale.

Con la sconfitta e la caduta del II Impero Francese a seguito della battaglia di Sedan, allo stato pontificio veniva a mancare la protezione di Napoleone III. I tempi erano maturi per la conquista italiana di Roma.

Il 12 settembre 1870 il sindaco di Acireale con un proclama informava la cittadinanza dell’ingresso delle truppe italiane negli stati pontifici e la liberazione di Roma era prossima si invitava la cittadinanza a imbandierare i balconi in segno di festa.

All ore 9.45 del 20 settembre le artiglierie italiane aprono una breccia nelle mura nei pressi di Porta Pia e i battaglioni di bersaglieri e di fanteria penetrano nella città. Papa Pio IX ordinava al comandante delle truppe papaline, gen. Kanzel, di non opporre nessuna resistenza armata ma questo non impedì che si contassero nelle fila italiane 56 morti e 41 feriti e tra i pontifici 20 morti e 49 feriti.

Nel 1872 a quanti parteciparono alla liberazione di Roma fu concessa, dalla Giunta Provvisoria del Governo di Roma, la “Medaglia dei Benemeriti della liberazione di Roma”.

dalle ricerche condotte dallo storico acese avv. Gaetano Gravagno e riportate nel volume la “Storia di Aci”, tra i decorati ci furono gli acesi:

Messina Mariano di Michele classe 1846 del 6° Reg. Bersaglieri.

Cavallaro Angelo di Salvatore classe 1846 del 6° Reg. Bersaglieri.

Maugeri Mariano classe 1846 del 6° Reg. Bersaglieri.

Cannavò Rosario classe 1846 del 4° Reg. Bersaglieri.

Belfiore Camillo classe 1846 del 4° Reg. Bersaglieri.

Musmeci Antonino classe 1846 del 2 Reg. Artiglieria

Costanzo Giuseppe classe 1846 del 11 Reg. Artiglieria

Massimino Salvatore classe 1846 del 19° Reg. Fanteria

Scuto Alfio classe 1846 del 19° Reg. Fanteria

Pappalardo Giuseppe classe 1846 del 41° Reg. Fanteria.

Il Papa rinchiuso nella città leonina lanciava appelli e scomuniche per il sacrilego attacco alla città. la “Questione romana” romana si sarebbe trascinata fino al 1929 con la stipula del Concordato tra lo Stato italiano e il nuovo Stato della Città del Vaticano.

Fonti storiche Storia di Aci avv. Gaetano Gravagno.

foto “La Breccia di Porta Pia” quadro di Carlo Ademollo – Museo del Risorgimento

Foto della medaglia commemorativa della Liberazione di Roma

(Seby Pittera)