Piccola storia di Jaci – “lo sbarco”

La mattina del 10 luglio 1943 le divisioni angloamericane iniziano l’invasione della Sicilia. Il dott. Sandro Nicolosi si trovava a San Pietro (zona a sud di San Leonardello) e nel suo diario annota la confusione e la ridda di notizie che arrivano dalla zona di guerra.

dal  Diario di Sandro Nicolosi.
– 10 luglio 1943 – 
…San Pietro – “Questa mattina , mentre mi disponevo a recarmi in macchina ad Acireale , giungeva a San Pietro la notizia dell’avvenuto sbarco degli Alleati in Sicilia ; strade bloccate , divieto di uscire dalle case. Le notizie giungevano da mille fonti e tutte discordanti; sulla via nazionale saettavano le macchine tedesche , le moto tedesche, le bandierine tedesche, gli elmetti tedeschi,i convogli tedeschi;…”gli Alleati penetrano, gli Alleati vengono respinti in mare, gli Italiani si arrendono….”,si fanno nomi di città e paesi siciliani; arriva la guerra, arriva il nemico, sia pure in veste di “liberatore”.

 “Acireale 1943” avv. Felice Saporita

il 12 luglio cadono in combattimento nella zona di Gela e Augusta:

Serg. Barbagallo Angelo nato in Acireale nel 1898 – 33° reg Fanteria ,Div Livorno caduto nella zona di Gela ponte Olivo


Serg.mag Quattrocchi Mario nato in Acireale nel 1915 – 39 Comp. Cannonieri caduto a Gela


Sott.Capo nocchiero Garozzo Salvatore nato in Acireale il 1919 caduto ad Augusta


(nella foto Militari e carri Britannici a di San Leonardello – dalla pagine fb “Sicilia 1943″)