Piccola storia di Jaci – Località Balneari.

Una trentina di anni fa era cura stampare delle piccole guide turistiche per agevolare i visitatori della nostra città con itinerari e descrizione dei monumenti e luoghi da visitare. Un porzione della guida era riservata alle frazioni marinare e al mare.

“Il mare di Acireale è stato definito da molti, con vero entusiasmo, come “unico” perchè eccezionalmente pulito, ricco di profumata vegetazione e particolarmente pescoso. Le spiagge di Capomulini, Santa Caterina, Santa Maria La Scala, Santa Tecla, Stazzo e Pozzillo, tutte in pietra lavica, sono ad immediato contatto con lussureggianti giardini di limoni che hanno dato il nome a questo tratto di costa: la “Riviera dei Limoni” che va appunto da Capomulini a Stazzo per proseguire fino a Riposto e Fondachello. In tutte queste località rivierasche con i loro porticcioli bemn riparati, le ottime strutture alberghiere, i lidi balneari, le trattorie tipiche dove sono di rigore i piatti di pesce appena pescato, è possibile un soggiorno piacevole in un ambiente che ha conservato in parte le sue caratteristiche originali.”

Guida Viaggiare – Acireale anni 80(?) a cura dell’Assessorato al turismo del comune di Acireale.

Foto ripresa all’interno della pubblicazione