Piccola storia di Jaci – L’Ospedale di Jaci, 1548

Nel 1548, nel quartiere di Aquilia, veniva istituito l’Ospedale pubblico ed era ubicato in Piazza Duomo tra il Palazzo Topazio e il vescovado. La struttura , al pari dell’Ospedale Pubblico di Catania, era sprovvista di mezzi finanziari sufficienti e si manteneva con le elemosine. Nel settembre del 1555 il vicerè Don Giovanni de Vega assegnava i proventi del Castello di Aci , nel frattempo trasformato in patrie galere: ” Li raxuni di dicti carceri duranti la vita di lo magnifico signor Castellano che a lo presenti e di dicto Castello, siano di ipso magnifico Castellano; et oi di la morti di quillo siano di lo Hospitali di dicta Terra et Territorio.” Questi introiti risutavano insufficienti ed era impossibile accettare tutti gli infermi della città e assegnare lo stipendio allo spedaliere. Per poter svolgere l’Ufficio di spedalingo si autorizzava a a mantenere alcuni letti per prestare le cure a pagamento. Nel 1598 la costruzione era completa

Nel 1586 il Sindaco Adamo Pavone proponeva al consiglio di di affidare il servizio sanitario al medico dott. Giuseppe Li Pira: con l’assegno di Tarì 4 al giorno e l’obbligo di visitare gli ammalati poveri di tutto il territorio che occupava un estensione di 6 miglia da levante a ponente e 15 di circuito.” la proposta veniva accettata in consiglio , dal capitano e giustiziere Francesco Tableda e ratificata dal Real Patrimonio.

L’ Ospedale ospitava anche gli infanti esposti, nel 1640 mons. Branciforti stabiliva che gli orfani fossero mantenuti con gli introiti del Monte di Pietà mentre le elemosine fossero destinate esclusivamente agli infermi dell’ospedale.

Nel 1768 l’Ospedale otteneva la facoltà di eseguire i sezionamenti dei cadaveri da parte dei medici e dei cerusici.

l’ospedale fu abbattuto dal terremoto del 1693 ricostruito nel 1702 venne definitivamente abbattuto nel 1811 in occasione dell’apertura del corso e ricostruito nell’attuale sito di Corso Savoia.

Fonti storiche :

Can. Raciti Romeo – Storia di Aci nel XVI secolo e Acireale e dintorni

Avv. Gaetano Gravagno Storia di Aci

Foto particolare del luogo dove sorgeva l’antico ospedale dal libro di Cesare Orlandi 1770