mercoledì, Giugno 29, 2022
Google search engine
HomeCulturaPiccola storia di Jaci - Parlamento Generale di Messina , nuove tasse...

Piccola storia di Jaci – Parlamento Generale di Messina , nuove tasse e la carta bollata, 1639

La città di Aci partecipava ai  Parlamenti Generali del Regno in quanto Città demaniale. Nel parlamento generale di Messina del 1639 si stabiliscono nuove tasse e appare per la prima volta nel regno l’uso della carta bollata.vicere-luigi-moncada-duca-di-montalto-1639

Duca di Montalto

Alli 23 di Febbraro 1639 si fece il Parlamento Generale in Messina e per pagare li donativi fatti dal Duca di Montalto fu necessario imponersi una gabella sopra sopra tutti li negotii di comprare e vendere e si havessero di pagare tarì 2 al Re per ogni onze 100 di negozio che si facesse; e si chiamasse la gabella delli duoi per cento . Dippiù si tentao una cosa non mai intesa nello Regno, cioè di bullare la carta. Et si costituijo che un foglio che vale grano uno, per li  negozii ordinarii delle Corti e per fare li libri delle Corti si comprasse con la bolletta di grana tre per foglio – per fare patenti di officii valesse tarì uno – per altri negozii più gravi valesse un foglio tarì due – più importanti, tarì quattro; et ad summum un foglio valesse tarì sei; et tutti quelli che facevano negotii nelle Corti si havevano di servire di detta carta bollata, sotto pene ardue, e di non volere nè potere ricevere scrittura li ufficiali delle Corti, che non fosse suggellata. Solamente erano franche di detta carta le porsone ecclesiastiche le quali si potevano servire della carta ordinaria nelle sue Corti; ma nelle Corti seculari, facendo lite con seculari e in pigliare copie di atti, si havevano da servire di detta carta bollata. Della ordinaria solamente se ne potevano servire gli ecclesiastici quando li seculari, per fare lettere e negotii di casa lor. Di queste gabelle fu accettuata la città di Messina con il suo distretto, per havere fatto donativo separato a Sua Maestà

cronache del Sac. Dott. Tommaso Lo Bruno – Per la storia di Acireale del Can. Vincenzo Raciti Romeo

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments