Piccola storia di Jaci – San Sebastiano e il terremoto del Belice, 1968

Tra il 14 e il 15 gennaio del 1968 la Sicilia occidentale e precisamente la valle del Belice fu colpita da un disastroso terremoto. La scossa causava alcune centinaia di morti un migliaio di feriti e quasi centomila senzatetto.

La citta di Acireale si apprestava a celebrare la festa del Santo Compatrono. Secondo la testimonianza del “decano” dei portatori del fercolo Don Vincenzo Caratozzolo, dal 1960 effettivo sotto il fercolo, la festa fu spostata di una settimana e celebrata di domenica mentre il Sig. Angelo Calì devoto portatore ricorda la domenica 11 febbraio. Per rispetto alle vittime del terremoto non furono sparati fuochi d’artificio.

Questo è uno dei casi dove la festa veniva celebrata senza l’accensione dei fuochi pirotecnici negli anni si verificherà altre volte: nel 1991 durante la “guerra del golfo” e nel 2019 in occasione del terremoto di Santo Stefano.

Foto del terremoto dalla pagina Michele Alì – Immagine dell’uscita fine anni 60 (?)