Piccola storia di Jaci – Si costituisce la Misericordia, 1979

L’ 8 maggio del 1979 nei locali della Monastero della Visitazione, in via Paolo Vasta 192, alla presenza del notaio Francesco Tropea, si costituisce la Fraternita Misericordia. La nuova associazione , composta da volontari, aderisce alla Confraternita principale che ha sede a Firenze.

I soci fondatori sono 38 e come primo primo presidente viene eletto il dott. Rosario Sorbello, vice presidente il sig. Angelo Pagano, cassiere sig. Cristoforo Furnari, segretario sig. Salvo Leotta, consiglieri Margherita Scudero, Giovanni Sciuto, Rosario Di Bella, dott. Luciano Pennisi, Giuseppe Musumeci, dott. Innocenzo Sinatra, dott. Sebastiano Leonardi,dott. Francesco Seminara; revisori dei conti dott. Mario Scandura, Sebastiano Barbagallo, Rosario Micalizzi, Francesco Foti e Vito Messina, assistente spirituale è don Michele Micalizzi , parroco della chiesa del Sacro Cuore

Una delle principali attività della Misericordia consiste nel prestare , tramite autoambulanza, l’assistenza di “primo soccorso”, infatti in quel periodo l’ospedale è dotato di una solo mezzo, spesso inutilizzabile. I primi tre gruppi costituiti si occupano degli anziani, dei bambini e della raccolta sangue. La Misericordia in quel periodo era l’unica organizzazione di volontariato capace di assicurare un servizio stabile e continuativo. Chiunque può aderire come socio.

Fonte storica e foto: pubblicati nel libro “Misericordia – Scommessa d’amore, dieci anni in Acireale 1979 – 1989, Galatea editrice 1990

(Seby Pittera)