Piccola storia di Jaci – Vigilia della Consacrazione della Basilica, giugno 1825

I lavori di restauro della Chiesa di San Sebastiano sono completati, il Rettore bar. Biagio Modò e il Cappellano don Gregorio di Maria prendono i necessari accordi con la curia catanese per la solenne consacrazione della Chiesa di San Sebastiano per il 24 giugno . Tra le tante iniziative il Rettore chiede ai PP. Filippini di ospitare nella loro Chiesa , la notte della vigilia, le sacre reliquie di San Sebastiano e San Fabiano.

La sera del 23 giugno vigilia della solenne consacrazione le reliquie vengono esposte e vegliate per tutta la notte , dai PP.Cappuccini, dai PP. Francescani e dai PP. di “Monte Santo” per la recita del divino Officio.

Il mattino con solenne processione le sacre reliquie dei due santi ritornano in Chiesa e ha inizio la solenne consacrazione presieduta da mons. Domenico Orlando vescovo di Catania, con la partecipazione del Capitolo della Matrice chiesa e il Decurionato della città.

Dopo la solenne cerimonia l’immancabile sparo di mortaretti e il rinfreschino a base di gelati, rosoli, caffè, cioccolata, acqua gelida e altro.

Di questa solenne giornata rimane la lapide rimane la lapide commemorativa ancora visibile nella Basilica.

Fonte storica “Consacrazione della Basilica di San Sebastiano in Acireale” del prof. Antonino Fichera.

Foto Tony Pavone