Presentato nella sala stampa del comune di Acireale, l’ultimo romanzo di Pippo Alticozzi “Oltre la valle”

Incontro presso la sala stampa del comune di Acireale con lo scrittore Pippo Alticozzi che ha presentato il suo ultimo libro ” Oltre la Valle”, Edito da CARTHAGO Edizioni.

L’autore in questo libro ambientato negli anni ’30, ci racconta di un uomo, Frank Pastore, che sin da giovanissimo ha sempre creduto in se stesso e nelle proprie capacità e grazie a questa sua forza interiore si ribella ad un destino che sembra quasi già deciso per lui e con tutto il suo coraggio e determinazione ha cercato di cambiarlo, convinto del fatto che non bisogna mai arrendersi a ciò che la vita ci mette davanti ma bisogna lottare perchè la resa è già una sconfitta e lui non aveva nessuna intenzione di essere sconfitto dalla vita.
L’Australia era il suo grande sogno ed era certo, anche se ancora giovanissimo, che quella terra così lontana, così diversa dalla sua valle dove era nato e cresciuto, sarebbe stata la sua più grande opportunità e più cresceva questa sua voglia di oltrepassare la sua valle più il suo sogno diventava reale, i suoi sogni più coraggiosi diventano come azioni necessarie di cui era fortemente convinto, perchè lui ci credeva, ne era certo, non vedeva altre alternative per cambiare pelle, per estirpare le proprie radici da dove si sentiva soffocare, poter finalmente “essere” ed iniziare una nuova vita, raggiungendo quell’equilibrio tra la necessità, il successo e i desideri positivi, senza mai perdere i propri valori e la propria essenza.

Non è stato semplice per Frank Pastore oltrepassare quella sua amata e odiata valle dove da sempre si era sentito intrappolato, ma è stato necessario cambiare per migliorarsi lavorativamente, per combattere l’ignoranza e raggiungere delle mete, per proteggersi da un destino segnato, che non aveva mai accettato ed ecco che il suo coraggio lo porta pian piano a sfidare tutte le sue paure e tutti i suoi limiti e lo porta a volere con tutto se stesso un futuro che gli permettesse di fare dei passi avanti per dare spazio alle sue aspirazioni, ai suoi sogni, e perchè no, ai trionfi, al benessere mai avuto e alle soddisfazioni che mai si era potuto prendere e che mai avrebbe potuto avere in quel luogo che gli aveva riservato la vita.

Finalmente un giorno, oltrepassa la valle per andare verso l’ignoto. Il suo spirito di sopravvivenza e il coraggio lo avevano finalmente spinto a non rimanere ma a rischiare, ormai sicuro del fatto che il cambiamento sarebbe stato positivo.

È un romanzo leale ” Oltre la Valle”, emozionante, genuino e scorrevole dove il lettore viene coinvolto magicamente in questa atmosfera familiare dove i rapporti profumano di valori e amore e la descrizione che esce fuori dalla narrazione è di una famiglia in cui prevalgono valori profondi, sentimenti importanti, l’educazione e il rispetto verso chiunque, l’onestà e dignità. Tutto ciò il protagonista lo porterà con sè e lo custodirà per sempre nel suo cuore. Con lo scorrere della lettura, il romanzo stesso diventa quasi come un amico perchè ci si ritrova dentro le emozioni, si percepisce la lealtà dello scrittore e la semplicità del suo essere che traspare in ogni parola che dona al lettore con generosità. La descrizione dei luoghi che vengono rappresentati è
curata nei dettagli, rievocano legami emotivi e sentimenti personali. I personaggi diventano reali e crescono insieme alla storia, essi portano il lettore per mano nel loro mondo, nelle loro vite e lo guidano facendolo diventare partecipe della narrazione.

Incontro Pippo Alticozzi prima della presentazione, un uomo semplice, cordiale e gentile che pur avendo scritto già molti libri è sempre rimasto con i piedi per terra. Pippo mi parla del rispetto che ha del lettore: “Perchè leggendo egli si mette in relazione con il testo e io come autore gli devo consentire di accedere a mondi immaginari e devo essere in grado di farlo arrivare fino alla fine portandolo a conoscere il lbro meglio di me stesso che l’ho scritto.
Questo libro nasce come tutti gli altri, dalla mia spontaneità perchè non programmo mai quello che devo scrivere, è un qualcosa che mi succede dentro e tutto quello che sento man mano prende forma con le parole sviluppando la storia che poi diventerà un nuovo libro.
Questo mio ultimo scritto racconta di un ragazzo che vedeva segnato il suo destino dalla precarietà di un lavoro come quello del pastore, senza con questo voler offendere la categoria. Frank voleva spezzare questa catena che per generazioni aveva coinvolto la famiglia perchè sentiva in sé di avere delle possibilità per emergere e fare una vita diversa. Ha lottato quindi contro il pessimismo, contro le credenze popolari e l’ignoranza e non ricevendo nessun aiuto da parte di qualcuno nella realizzazione dei suoi sogni, ha dovuto combattere da solo e di nascosto perchè il padre lo avrebbe sicuramente ostacolato se avesse saputo che voleva studiare, istruirsi e portarsi avanti in maniera diversa da come lui avrebbe voluto. Frank con il suo coraggio riesce ad oltrepassare la valle sapendo di trovare un mondo nuovo e con non poche difficoltà. Nella sua nuova vita non mancherà di incontrare dolori, delusioni ma nonostante tutto riesce col tempo a raggiungere ciò che si era prefissato, realizzando i suoi sogni e desideri più intimi, trascurando e rinunciando a volte anche a cose molto importanti, ma arrivato a quel punto non voleva deludere nessuno, soprattutto se stesso. Passano gli anni e quando ormai stava bene con se stesso, cresce in lui il desiderio forte di ritornare in quella valle e paradossalmente si ritrova ad avere più difficoltà proprio a ritornarci, per la paura del non sapere cosa avrebbe trovato dopo tantissimi anni.”.

Pippo Alticozzi nato a Catania nel 1953. Nel 1993 pubblica il suo primo romanzo ” Sotto la zampa dell’elefante” (Edizioni Insieme) e sempre con la stessa casa editrice nel 1994 pubblica ” Macchie sulla pelle”. Nel 2012 si cimenta in un “noir” e pubblica un nuovo romanzo, “Dio mio” (Edizioni Montecovello). Nel 2014 nasce il romanzo ” Ladri di merende” e nel 2017 “I Divini sposi Marco e Gilda” entrambi pubblicati dalla “Cavinato Editore International” e nel 2019 il suo ultimo romanzo, appunto, ” Oltre la valle” pubblicato dalla Cartagho Edizioni

Sono intervenuti insieme all’autore durante il corso della presentazione del romanzo, il giornalista Umberto Teghini, che ne ha curato la prefazione, l’attore Antonio Castro, che ne ha letto alcuni brani e l’Amministratore Unico della Carthago Edizioni, Giuseppe Pennisi.

Dicevo, la prefazione di questo ultimo romanzo è stata curata dal giornalista Umberto Teghini, della quale, in breve, ne riporto un piccolo stralcio: “Il romanzo di Pippo Alticozzi è infatti un inno alla voglia di vivere, di conoscere il mondo, di aggiornarsi, di confrontarsi, di viaggiare e, perchè no?, di sperimentarsi inseguendo i propri sogni.
“Oltre la valle” solleva una chiara condanna, quando con fermezza accusa la routine, si quella di una vita che sembra incastrata sulle solite e dunque ripetitive situazioni di circostanza”.

Graziella Tomarchio