Presentazione Collana Editoriale “Sicilia Niura”

È stata presentata ieri presso il Palazzo del Turismo di Acireale, alla presenza dell’assessore alla cultura Fabio Manciagli, la collana editoriale “Sicilia Niura”, omonima del Collettivo nato pochissimi mesi fa e fondato da quattro giovani autori siciliani : Seba Ambra, Alberto Minnella, Rosario Russo e Gaudenzio Schillaci.

Il Collettivo è nato dal legame di amicizia tra quattro scrittori noir con l’intenzione di dare una svolta alla letteratura di genere, di contraddistinguersi dall’immagine classica dello scrittore “solitario” e dalle regole che guidano l’editoria e siciliana e nazionale.

I quattro “cavalieri del noir” hanno dunque unito le loro penne sotto un unico scudo, quello di Algra Editore.
Alfio Grasso, infatti, che opera nel campo dell’editoria dal 2001 e ha fondato la propria casa editrice nel 2013, ha accolto e supportato con entusiasmo l’idea del Collettivo, insieme al quale curerà la collana noiristica “Sicilia Niura” :

“La casa editrice aveva già pubblicato gialli, noir di ambientazione siciliana”, ci ha spiegato, “era infatti un po’ una scelta quella di privilegiare il nostro territorio, quindi è stato assolutamente naturale per me accogliere la proposta del Collettivo, anche perché l’idea è proprio quella di spingere e promuovere la produzione del noir di autori siciliani e ambientata in Sicilia. Purtroppo la nostra società vive un po’ il limite secondo il quale tutto ciò che viene fatto in Sicilia è locale, mentre quello che viene prodotto fuori è nazionale. Ritengo che la letteratura sia uno strumento importante per promuovere non solo le nostre potenzialità e i nostri talenti, ma soprattutto la nostra terra.”.

Fieri della loro idea che si concretizza in una collana, tre delle quattro “penne noir” presenti ieri alla conferenza stampa di presentazione, vulcanici e coinvolgenti come sempre, ci hanno raccontato come è nato il Collettivo e che direzione si apprestano a seguire.

Seba Ambra, vive ad Acireale, laureato in lettere, scrittore e giornalista.
Autore dei libri d’inchiesta “Fango”, “Storie sbagliate di chi ha perso tutto” ( Imart ), “Il fumo li uccide” ( Rubbettino ); ha pubblicato col collettivo dei giornalisti “Lanacaprina” l’eBook “LaScia o Raddoppia, complotti e cospirazioni nella politica italiana”; autore del romanzo “L’enigma del secondo cerchio” ( Dario Flaccovio ) :

” L’idea del Collettivo è nata per promuovere il noir e gli autori che per diversi motivi non riescono a trovare un loro spazio e ha un obiettivo unicamente e puramente culturale. Abbiamo sancito questa sinergia con Alfio Grasso che è stato subito felice di intraprendere con noi questa avventura che portiamo avanti, ci tengo a dirlo, esclusivamente per passione e non per altri fini e che ha così permesso a Sicilia Niura di concretizzarsi in una linea editoriale. Abbiamo scelto Acireale per questo appuntamento con l’intento di stimolare gli ambienti culturali della città e altri scrittori del genere, questa città è un po’ la nostra “casa”, qui viviamo e in particolare Rosario ha ambientato qui i suoi scritti e da qui vogliamo partire e sviluppare altri progetti già in cantiere.”.

Sarà Rosario Russo, che vive e lavora ad Acireale e ha pubblicato un romanzo storico “Il martirio del Bagolaro” ( Carthago Edizioni ) e il poliziesco “Quattordici Spine ( Algra Editore ), ad aprire la Collana “Sicilia Niura” con la sua raccolta di sei racconti, ” Effetti collaterali”, che verrà presentato a breve :

“Oggi è un giorno importante per noi del Collettivo perché presentiamo qualcosa di concreto, la mia raccolta di sei racconti, il primo capitolo della collana. Per me è motivo di orgoglio, ho infatti l’onore di inaugurare questa collana che ci auguriamo possa essere solo la prima di una lunga serie di pubblicazioni. Sono fiducioso che la strada intrapresa e da continuare a percorrere con determinazione ed energia, sia quella giusta.”.

“Sicilia Niura” darà spazio a tutte le voci della letteratura di genere siciliana che vorranno unirsi al progetto, così come ci ha spiegato Gaudenzio Schillaci, catanese, vive e lavora a Bologna, appassionato di cinema, letteratura e musica, ha recentemente esordito col suo romanzo ‘La felicità si racconta sempre male” ( Dialoghi edizioni ) :

” “Sicilia Niura” è un progetto che prima di tutto nasce dall’amicizia, siamo infatti quattro amici tutti con la passione per la scrittura. Scambiarci idee, pareri, confrontarci, era una cosa che facevamo già e da questo abbiamo pensato al Collettivo per smettere i panni dello scrittore comunemente immaginato come un solitario sui propri fogli, immerso in una dimensione isolata. In questo percorso abbiamo incontrato l’entusiasmo di Alfio Grasso che ha deciso di puntare su di noi e da qui è partita la struttura della collana, che si propone di diventare uno spazio aperto per chiunque avesse voglia di raccontare la Sicilia evitando i soliti cliché con cui si racconta facilmente, ovvero il mare, il sole, riflettendone invece un’immagine diversa dalla solita, più simile alla nostra che la raccontiamo a tinte noir. Oggi è il giorno del “battesimo” della collana, e noi siamo felici di lanciarla, entusiasti e pieni di emozioni.”.

L’assessore alla cultura, Fabio Manciagli, soddisfatto dell’iniziativa che sceglie Acireale come luogo favorevole al proseguimento :
” Sono due le cose da evidenziare oggi, ovvero che ci sono giovani siciliani che si cimentano nell’arte di realizzare scritti apprezzati da un pubblico variopinto e che, fattore decisivo, non rimangono isolati ma fanno rete tra loro non solo per divulgare i loro lavori ma per diffondere la cultura attraverso la letteratura. Non rimane che ammirarli e lodarli.”.

Il quarto scrittore del Collettivo è Alberto Minnella, il quale non ha potuto partecipare alla conferenza stampa di apertura.
Nato ad Agrigento, vive a Catania e ha lavorato come cronista per il “Giornale di Sicilia” e il “Corriere di Sicilia”. Il suo romanzo d’esordio è stato “Il gioco delle sette pietre”, proseguendo con “Una mala iurnata per Portanova” e “Portanova e il cadavere del prete” ( Fratelli Frilli Editori ). Il suo ulltimo lavoro è “L’amore è tutto qui” ( Bertoni Editore ).

” SiciliaNiura è un’unica penna, un solo inchiostro, una sole voce, un unico narratore che pensa con più teste. È niura, come la pietra catanese; niura come una parte della storia della nostra terra.” ( Il Collettivo )

Aggiungerei, un’unica anima, niura si, ma intensa e passionale, che muove la penna e guida i lettori alla scoperta della parte più nascosta e vera della nostra isola…

Buon inizio ragazzi!

( Laura Magliocco )