Pubblica illuminazione, perchè riempire la città di pannelli pubblicitari?

ACIREALE – La recente proposta di Projet financing per la pubblica amministrazione, sta generando pareri contrastanti in città, molti si chiedono perchè non attingere al mercato Consip, la concessionaria di Stato per i servizi e le forniture pubbliche.

Consip ha stipulato delle apposite convenzioni con decine di aziende italiane ed estere, per la fornitura di servizi di pubblica illuminazione che si basano sul principio dell’efficientemanto energetico. Ovvero se il Comune spende 600.000 euro per il costo di fornitura elettrica, con la sostituzione delle lampade spenderebbe la metà, il differenziale tra i due valori diventa il ricavo del privato, che gli permette l’ammodernamento degli impianti.

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.lipad.it/Convenzione_ServizioLuce_2017_02_28.pdf&ved=2ahUKEwjF_dSL5ojdAhXstIsKHUVIA4EQFjAAegQIARAB&usg=AOvVaw2FZVFD-M2mh6lDhjHprNxO

Le convenzioni Consip si basano su nove anni (non dicianove) e sono diffuse nel territorio e garantite dallo Stato. Inoltre non si comprende perchè dovremmo riempire la città di pannelli pubblicitari a led il cui ricavato andrebbe al privato invece che al pubblico.

(Fabio D’Agata)