Riqualificazione Sentiero delle Chiazzette – Incrociamo le Dita

Completata la pista ciclabile di Acigreenway, si fa per dire, ecco che si passa ad un nuovo step per il miglioramento del territorio comunale.

La Giunta ha infatti approvato il progetto esecutivo per la “RIQUALIFICAZIONE DELLE CHIAZZETTE E DEL PARCHEGGIO ANTISTANTE LA VILLA BELVEDERE “, opera finanziata con i fondi del GAL “Terre di Aci” tramite la sottomisura 7.5 “Sostegno ad investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche ed infrastrutture turistiche su piccola scala”;
il bando, approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del GAL il 16/10/2019, disciplina l’attuazione del 4° avviso pubblico relativo agli interventi previsti nell’ambito della Sottomisura 19.2 del PSR Sicilia 2014-2020 – Strategia di Sviluppo Locale di Tipo Partecipativo “GAL TERRE DI ACI” azione del PAL 1.1.3 “Realizzazione di circuiti e itinerari tematici di fruizione delle Aci”;

L’importo complessivo di €. 112.000,00 di cui 96.493,94 per lavori e 15.506,06€ per somme a disposizione, i lavori previsti sono suddivisi in due zone: il parcheggio di piazza Indirizzo e la via Tocco – Chiazzette ed in entrambi i siti verranno eseguite opere.

L’idea di collegare le due zone in unico progetto nasce dall’opportunità di sfruttare un finanziamento GAL per la fruizione turistica per risistemare una parcheggio urbano, inserendo quest’ultimo in un percorso turistico che porterebbe i visitatori a lasciare l’auto in piazza Indirizzo per poi proseguire attraverso Corso Italia, Corso Savoia, via Romeo, ponte sulla SS. 114 e via Tocco.

Leggiamo dalla relazione tecnica che : ” Come precedentemente evidenziato, è intendimento di questa amministrazione proseguire l’obiettivo di migliorare la fruibilità del percorso naturalistico delle “Chiazzette” attraverso la creazione di collegamenti con i principali punti di snodo presenti nella città di Acireale. In particolare, per la redazione del presente progetto è stata individuata l’area antistante la Villa Belvedere, sita in piazza Indirizzo, attualmente destinata a parcheggio per autoveicoli, motoveicoli e bus turistici, come luogo ideale per implementare un sistema di scambio intermodale che coinvolga tutte le principali modalità di trasporto utilizzate per raggiungere la città di Acireale e consenta quindi un agevole collegamento con il percorso delle “Chiazzette”...

Probabilmente, non essendo acese, mi sfugge qualcosa, ma risulta difficile consigliare ad un visitatore di lasciare il camper o l’auto in piazza Indirizzo per poi fare il giro di mezza città con destinazione Chiazzette, la logica ed il PUM (Piano urbano della mobilità ) vorrebbero il parcheggio Cappuccini quale snodo intermodale per la visita in città e non il parcheggio di Piazza Indirizzo.

Inoltre parlare di “parcheggio intermodale” per un piccolo spazio in pieno centro e davanti il più importante giardino storico cittadino e abbastanza irricevibile, progettare un parcheggio intermodale con bus in manovra mentre i bambini escono dalla villa Belvedere in bicicletta è abbastanza ardito.

Cosa si è disposti a scrivere pur di riasfaltare il parcheggio di piazza indirizzo con i fondi GAL.

I lavori sulla via Tocco prevedono l’illuminazione notturna mediante luci a led segnapasso, incassate nei muri e distanziate ad interasse di 10ml per circa 350 ml di sviluppo, inoltre prevedono la sistemazione della pavimentazione con selciato di pietra lavica e rifacimento dei muri perimetrali della strada, il tutto per un importo molto ridotto pari a circa 33.000,00 euro.

Non è chiaro se i lavori prevederanno la chiusura temporanea delle Chiazzette al transito, la durata prevista è di 60 giorni consecutivi, in cui dovranno essere eseguiti gli scavi del tracciato delle chiazzette, la posa dei cavidotti e delle luci e le altre opere accessorie.

Auspichiamo che questo percorso, frequentato quotidianamente da centinaia di persone, soprattutto giovani e gestito dal Dipartimento Regionale Sviluppo Rurale (ex Azienda Forestale) a cui il Comune lo ha affidato in base ad una convenzione, attualmente scaduta, venga attenzionato con maggior cura della vicina Acigreenway, tuttora in “preda” al collaudo, una sorta di mostro multicefalo che fagocita le opere pubbliche di Acireale riducendole in rovine.

FABIO D’AGATA