RISOTTO AL PROFUMO D’AUTUNNO

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo un piatto delicato. Il” RISOTTO AL PROFUMO D’AUTUNNO”
Del resto l’autunno profuma la natura di odori morbidi e dolci, e anche i piatti nelle tavole degli italiani. E non esiste ingrediente più dolce della zucca, nota principale dei piatti di questa stagione. Questa ricetta permetterà a tutti i buongustai di preparare il risotto autunnale facile da fare e da leccarsi i baffi, degno di ogni buongustaio. Semplice e veloce da fare, non deluderà sicuramente nessuno.

INGREDIENTI
300 gr di Riso bianco
500gr di Zucca
1lt di Brodo vegetale (fatto in casa)
1 Cipolla
Olio
1Bicchiere di vino bianco
50 gr di Burro
Sale (poco)
Parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE
Innanzitutto sbucciate la cipolla e tritatela finemente. Preparate la zucca tagliatela in quattro ed eliminate buccia e semi. Dividete, quindi, la rimanente polpa in cubetti.

Il giorno prima avrete preparato il brodo vegetale, scaldatelo

Portate il burro fuori dal frigo in maniera che risulti a temperatura ambiente per quando sarà necessario utilizzarlo.

Per prima cosa procurarsi una padella e versare l’olio. Quindi far riscaldare l’olio e poi versare la cipolla tritata finemente e fatela rosolare.

Aspettate fino a quando la cipolla non si sarà dorata per versare la polpa di zucca tagliata a cubetti. Cucinate a fuoco medio aggiungendo il brodo in maniera da ricoprire la zucca.

È ora d’uopo passare alla preparazione del riso.

Prendete una padella larga e fatela scaldare sul fuoco a fiamma alta. Versate il riso e lasciate riscaldare per pochi istanti.

Versate quindi il vino bianco per sfumare. Una volta sfumato a dovere, versate il contenuto dell’altra padella stando bene attenti a che il brodo copra il risotto.

Lasciare a cucinare avendo cura di aggiungere il brodo e a fine cottura aggiungere il burro e il parmigiano per mantecare il risotto a fiamma bassa.

Quando il risotto prenderà la consistenza di una crema sarà pronto. (Foto Web)

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)