Ritorna Villa Pennisi in Musica una lunga kermesse di grandi eventi

ACIREALE – Undicesima edizione della rinomata rassegna di Villa Pennisi in Musica, anche quest’anno il direttore artistico David Romano ha confezionato per la città un calendario di altissimo livello. L’architettura e la musica e la fotografia si sposano in uno dei più belli e rinomati giardini privati italiani: villa Pennisi.

Il 31 luglio in piazza con il primo concerto della rassegna VPM che si terrà a Largo Giovanni XXIII° con inizio alle ore 21.00. Si esibiranno Ilaria Graziano e Francesco Forni che presenteranno il loro nuovo album “Twinkle Twinlke”, prima di loro per l’opening si esibiranno sul palco i musicisti di Etna Afro Festival.

La musica di Ilaria Graziano e Francesco Forni è un originale mix di blues, folk, country, tango argentino, canzoni napoletane e dolce vita, cantato in inglese, francese, spagnolo e italiano, un affascinante viaggio attraverso Napoli, Messico e Texas. Il loro concerto è uno spettacolo difficile da dimenticare, un continuo scambio tra il suono caldo e avvolgente della chitarra e voce di Francesco, la strepitosa vocalità di Ilaria, che sembra venire da un altro tempo e spazio e due Stomp Box a segnare il battito cardiaco dei loro brani.
L’unione dei due artisti avviene grazie al loro esordio “From Bedlam to Lenane”, che mette insieme le esperienze di ognuno, creando un disco che viene acclamato dalla stampa come uno dei migliori episodi del 2012. (fonte http://www.musicastrada.it).

Il 2 agosto, sempre a Largo Giovanni XXIII° sarà la volta del Golam Brass Quintet. “Il Gomalan Brass Quintet è un gruppo d’ottoni eclettico ed estremamente dinamico, costituito da cinque raffinati musicisti, prime parti in importanti orchestre italiane: Marco Braito (tromba), Marco Pierobon (tromba), Nilo Caracristi (corno), Gianluca Scipioni (trombone), Stefano Ammannati (tuba). Grazie all’avvincente sinergia tra abilità esecutiva e coinvolgimento teatrale, cifra distintiva del quintetto, il Gomalan Brass si destreggia con disinvoltura all’interno di un repertorio vastissimo, che spazia dal rinascimento al melodramma e alla musica contemporanea, senza disdegnare incursioni nel repertorio della musica per film.” (fonte www.gomalanbrass.com).

Il 4 agosto nella Chiesa di S. Odigitria, con inizio alle ore  21.00 sarà di scena il Quartetto Katàne.  “Il quartetto d’archi ‘Katàne’ nasce nel 2018 all’interno dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania dalla passione per la musica da camera che da sempre ne accomuna i componenti. Nel 2019 è stato invitato a suonare in occasione della settimana Verghiana presso la Chiesa “S. Anna” a Catania. Ha preso parte alle stagioni concertistiche A.F.A.M. e A.S.A.M., rispettivamente a Floridia e Sircacusa. Ha collaborato con Giovanni Roselli, primo flauto del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania. Il quartetto e’ stato selezionato per aderire alla rete de “Le Dimore del Quartetto” nell’ottobre 2018, iniziativa a sostegno dei giovani quartetti italiani e che permette loro di esibirsi nelle più belle dimore del Paese.” (fonte http://www.ledimoredelquartetto.eu).

Il 5 agosto nell’antisala consiliare del Palazzo di Città, dalle ore 19.00 “concerti aperitivo). Saranno quattro le date per i concerti aperitivo: il 5, 6, 7 e 12 agosto rispettivamente con le esibizioni di Duo Van der Klis (pavoncello, pianoforte e violino), Tobia Pizzirani (pianoforte), Francesco Bravi e Adriano Leonardo Scapicchi (pianoforte), VPM cellos. Sempre il 5 agosto VPM19 music LAB | Violin Masterclass con Romano – Prodigo.

L’8 agosto, Opening Gala Concert  Villa Pennisi, Acireale con: Histoire du Soldat, musiche di Igor Stravinsky – testo di Ramuz – adattamento Davide Serino – Mario Montore – pianoforte – Alessandro Carbonare – clarinetto – David Romano – violino – Fiorenzo Madonna – attore

Il 9 agosto Beatrice Rana e Massimo Spada,  Villa Pennisi, Acireale.  Wolfgang Amadeus Mozart – Sonata per due pianoforti K448 – Allegro con spirito – Andante – Allegro molto – Bela Bartok –Sonata per due pianoforti e percussioni – Assai lento. Allegro troppo – Lento, ma non troppo – Allegro non troppo – Beatrice Rana e Massimo Spada – pianoforti – Percussionisti VPM

10 agosto The Bass Gang Da Bach a Piazzolla · Villa Pennisi, Acireale. da Bach a Piazzolla…passando per Tchaikowsky e Carosone. L’11 agosto Sestetto Stradivari & Friends – Luigi Boccherini – Sestetto op.23 n.4 – Riccardo Panfili – Memoriale per sestetto d’archi – Prima esecuzione assoluta – Richard Wagner, Idillio di Sigfrido.  Il 12 agosto due appuntamenti.  Alle ore 19.00 VPM cellos, gli studenti della masterclass del Maestro Diego Romano in una serata dedicata al violoncello.  Secondo appuntamento sempre del 12 agosto, alle ore 21.00 Flauti, Oboi, Archi – Mozart – Quartetto per flauto e archi N.4, in La maggior KV 298 -Andante, tema e variazione, alla breve –Minuetto -Rondo, allegretto Grazioso – Jean Françaix – Quartetto per Corno Inglese e Archi -Allegro Vivace – Andante tranquillo -Vivo assai – Andantino -Allegro giocoso. Mozart – Duetti su arie famose di Mozart dell’opera Il Flauto Magico -Wie stark ist nicht dein Zauberton -Der Vogelfänger bin ich ja -Der Hlle Rache kocht in meinem Herzen – F.X. Süssmayer – Quintetto per flauto, oboe e archi in Re Maggiore -Allegro con brio –Adagio -Rondo Allegretto.

13 agosto ore 21.00 | Villa Pennisi – Piazza Agostino Pennisi 29 – Tchaikowsky Trio – Piotr Ilitch Tchajkowskij (1840-1893) – Pezzo elegiaco (Moderato assai. Allegro giusto) – Mario Montore – pianoforte – David Romano – violino – Diego Romano – violoncello.

Villa Pennisi in Musica è anche Music  Lab con i docenti Alberto Bocini, Alessandro Zanesco, Amerigo Bernardi, Andrea Pighi, Antonio Sciancalepore, David Romano, Diego Romano, Fabien Thouand, Gianluca Campo, Marco Pierobon, Marlène Prodigo, Massimo Spada, Raffaele Mallozzi, Sestetto Stradivari, The Bass Gang. Arch Lab con i docenti Sergio Pone, Serafino Di Rosario, Samuele Stirano, Marino Amodio, Gabriele Cecchetti, Davide Ercolano, Daniele Lancia, Bianca Parenti. Photo Lab con il docente Flavio Iannello.

Riportiamo una breve riflessione del direttore artistico David Romano: “Il nostro obiettivo è l’incontro delle arti. È rompere le barriere. È creazione. VPM è una combinazione mai tentata per fondere insieme musica e architettura, logos e pathos, la tecnologia e il fai-da-te, l’insegnamento e i concerti”.

VPM ’19 tutti eventi da non perdere.

(red)