“Sagra del miele” per la seconda domenica della 41esima edizione dell’Ottobrata Zafferanese.

Dopo il successo della scorsa domenica, prima delle quattro protagoniste della ormai consolidata Ottobrata Zafferanese, Zafferana si appresta domani ad accogliere i visitatori alla “Sagra del miele”. Ogni domenica, infatti, la manifestazione è dedicata ad un prodotto tipico, con degustazioni presso gli stand e la rinnovata area food.

Quella scorsa è stata la volta della “Sagra dell’uva”, domenica 20 sarà la “Sagra delle mele dell’Etna”, per poi chiudere domenica 27 con la “Sagra dei funghi e delle castagne”.
Grande festa quindi domenica 6 ottobre scorso, per l’inaugurazione della 41esima edizione dell’ Ottobrata Zafferanese che ha ufficialmente aperto i battenti alla presenza delle autorità civili, religiose e militari, in particolare dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina; il sindaco metropolitano Salvo Pogliese; l’onorevole Anthony Emanuele Barbagallo, il sindaco di Zafferana Etnea, Salvo Russo; il vice sindaco Ezio Pappalardo, l’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo, Salvatore Coco; l’assessore Sergio Alampo, il presidente del Comitato organizzatore Ottobrata Zafferanese Giovanni Grasso, l’onorevole Anthony Emanuele Barbagallo, la founder dell’ expò Barbara Mirabella e Padre Luigi Licciardello, parroco di Zafferana da 43 anni, che, come ogni anno, ha benedetto l’inizio della manifestazione.

Aprono l’evento i saluti e i ringraziamenti da parte del sindaco, Salvo Russo, già assessore della passata amministrazione, neo eletto sindaco lo scorso maggio, rivolti a tutti i presenti : ” Ho il piacere di averVi qui non solo come turisti ma come graditi ospiti della nostra cittadina. Quest’anno, insieme ai componenti della mia amministrazione, abbiamo pensato molto se organizzare questo evento, riflettendo soprattutto su quello che è accaduto il 26 dicembre scorso, ovvero quando il nostro paese è stato colpito dal terremoto. Ma tutti abbiamo convenuto che la rinascita, la riscoperta, passa anche da eventi come questo. Oggi qui sono presenti le istituzioni regionali, non solo per godere della giornata dell’Ottobrata, ma perché si sensibilizzi sul fatto che qui insiste un problema, che è quello della ricostruzione. Sono certo che grazie alla loro collaborazione, alla loro esperienza e professionalità e soprattutto la loro attenzione, le procedure verranno accelerate. Il nostro obiettivo principale è che le famiglie ritornino presto nelle loro abitazioni.
Questa edizione dell’Ottobrata è forse più semplice, ma è un’edizione che ha finalmente delle regole e dei principi dai quali non ci siamo mossi e siamo sicuri di essere migliorati nella qualità.”.

Grandi aspettative anche da parte dell’Assessore Regionale al Turismo, Manlio Messina : ” Ringrazio per l’invito, siamo particolarmente felici di essere qui oggi, proprio perché lo stato d’animo deve essere quello si positivo e propositivo per una festa rinnovata, ma anche perchè questa deve essere occasione per accendere i riflettori su chi in questo momento si trova in una situazione di difficoltà. La Regione siciliana deve stare affianco a questa amministrazione e a questa comunità in un evento che rilancia non solo la festa dell’Ottobrata, festa diventata ormai di rilevanza per tutta la regione, ma soprattutto deve mostrare la propria vicinanza a chi in questo momento soffre. L’impegno del sindaco, come ha detto, è quello di tenere alta l’attenzione ed è quello che sicuramente noi faremo, nella speranza che per la prossima edizione si possa anche festeggiare la ricostruzione di Zafferana.”.

Sempre vicino alla comunità zafferanese, l’onorevole Anthony Barbagallo : ” Mi corre l’obbligo, sentito, di complimentarmi con l’amministrazione per la riuscita di questa manifestazione che cresce sempre di più, è infatti diventata ormai il fiore all’occhiello di tutta la regione, e che cresce soprattutto in un momento difficile che Zafferana, e tutta la zona etnea, sta attraversando. Ritengo che le istituzioni oggi più che mai debbano assumersi l’impegno di stare accanto a questa comunità, e a tutte le comunità del territorio colpite dal terremoto.”.

Infine, il sindaco della città metropolitana, Salvo Pogliese, si è detto soddisfatto della riuscita della manifestazione : “Vorrei esternare un affettuoso compiacimento e apprezzamento all’amministrazione comunale, al presidente del Comitato organizzativo, alla Regione siciliana, a tutti coloro che hanno organizzato con domizia di particolari questa 41esima edizione dell’Ottobrata, che, come è stato già detto, adesso assume una valenza particolare. Io stesso ho condiviso la scelta di continuare ad organizzare l’evento, il 26 dicembre rimarrà certo una data drammatica nella storia di Zafferana e di altri comuni della provincia colpiti, ma è giusto continuare un percorso di valorizzazione del territorio, di rilancio , di promozione dei prodotti tipici, e credo che proprio l’Ottobrata da sempre svolga una funzione fondamentale in tal senso. Tutto questo non perdendo mai di vista l’attenzione verso l’obiettivo prioritario, per tutti noi, che è quello della ricostruzione.”.

Quattro domeniche all’insegna della promozione agroalimentare e artigianale e del divertimento, la sfida della nuova amministrazione e del nuovo presidente del Comitato organizzativo.
Territorio, sostenibilità e qualità, ingredienti perfetti dello storico evento enogastronomico più importante della Sicilia, che ogni anno vede la presenza di oltre 150 mila visitatori.
Un vero e proprio trionfo di sapori e maestranze artigianali, la programmazione è ricca e vasta, adatta a tutte le generazioni.
Chef d’eccezione delizieranno i visitatori con pietanze creative e degustazioni con spettacolari cooking show.
È stata allestita anche un’area “Family friendly” dedicata ai più piccoli.
Al centro del menù, oltre al tradizionale panino, che da quest’anno diventerà gourmet, i prodotti tipici zafferanesi come miele, funghi, pere, mele, castagne.
Mostre, antichi mestieri, musica anche con gruppi musicali dal vivo, sfilate di sbandieratori e gruppi folkloristici, escursioni guidate, parete per arrampicata, spettacolo e intrattenimento vari, si susseguiranno tutte le domeniche per allietare la permanenza dei visitatori, agevolati all’arrivo da ampie aree parcheggio e bus navetta per raggiungere il circuito.

Abbiamo sentito anche Salvo Coco, già Presidente Comitato Organizzativo dell’Ottobrata nelle passate edizioni, oggi assessore al Turismo, incarico meritato grazie al suo costante impegno e contributo attivo alla la comunità zafferanese : “Vogliamo sottolineare come l’Ottobrata rappresenti ormai da anni un asset strategico per la comunità zafferanese, attraendo visitatori sia dall’hinterland etneo che dall’estero, e ponendosi come uno dei più grandi eventi del sud Italia; sarebbe stato facile per questa Amministrazione sottrarsi quest’anno alla responsabilità di organizzare la manifestazione, viste le difficoltà che hanno interessato la nostra comunità A partire dal terremoto di Santo Stefano i cui effetti si fanno ancora sentire; abbiamo invece ritenuto di investire tempo, energie e risorse nell’Ottobrata proprio perché crediamo che questo evento possa rappresentare il volano per il rilancio della nostra comunità e del nostro territorio.
Siamo certi che l’ottobrata zafferanese quest’anno avrà non soltanto successo ma sarà il segnale concreto di una comunità che non si arrende neanche nel momento più difficile, ma in esso trova la forza e l’energia per rialzarsi e dare vita a iniziative di alto livello.”.

Laura Magliocco