Spostamentos. Il valzer della politica, giri di giostra, aggiustamenti, giravolte, acrobazie.

ACIREALE  – Vengono i capogiri se li segui da vicino e nel corso del tempo. Stringo i neuroni e attivo la memoria a breve e a lungo termine. Ci provo e vediamo cosa ne esce fuori.

Iniziano con le linee più dritte. L’on. Basilio Catanoso dal MSI ad Alleanza Nazionale poi Forza Italia ed oggi Fratelli d’Italia. Appare come una linea coerente se non fosse stato per quello scivolone in direzione cavaliere.

L’on. Nicola D’Agostino ha militato in tutti i partiti centristi sicuramente nell’UDC poi è diventato autonomista nell’MPA, poi ha fondato Sicilia Futuro (nel solco del PD), si è messo in moto per formare un’aggregazione di centro, successivamente ha confluito in Italia Viva ed infine incontro, con abbracci e sincera amicizia, e alleanza con Forza Italia.

L’on. Angela Foti ha iniziato la sua attività politica togliendo manifesti abusivi nelle colonne dei portici di piazza Europa, poi ha preso il treno del Movimento 5 Stelle ed è stata eletta  e rieletta all’ARS con i pentastellati. Successivamente è stata eletta vicepresidente all’ars con il disappunto dei concittadini grillini alla Regione e dopo poco tempo ha fondato Attiva Sicilia. Sicuramente assai più vicina alle posizioni del governo regionale che con i vecchi compagni dell’opposizione.

Dal Parlamento nazionale e dalla Regione vediamo adesso di capire qualcosa dell’ambito locale.

Il consigliere Alessandro Coco si è presentato alle amministrative, la prima volta, con il simbolo di Forza Italia (non eletto), nelle ultime amministrative si è ricandidato nella lista del sindaco Michele Di Re ed è stato eletto al consiglio comunale. Poco dopo decide di transitare dalla lista di Di Re alla Lega di Salvini. Così abbiamo avuto il primo consigliere comunale leghista nella storia politica cittadina. Sebastiano Spadaro è transitato dal M5S a Forza Italia, Roberta Cundari dal M5S al gruppo “La città che vogliamo” e successivamente al “Misto”. Ugo Trovato, Rosaria Pittera e Angela Fichera dal M5S hanno fondato il gruppo consiliare “La città che vogliamo”.  La consigliera comunale Sabrina Renna è stata eletta in una lista civica a sostegno del candidato sindaco Rito Greco ed oggi si trova a combattere le battaglie del Partito Radicale insieme all’ex assessore alla cultura Antonio Coniglio. Va anche ricordato che la prima candidatura di Michele Di Re fu dentro una lista civica che sosteneva il candidato sindaco Marino insieme ad altre liste del centrosinistra.

L’ultimo passaggio. Alle prossime elezioni regionali l’on. Catanoso e l’on. D’Agostino, da sempre avversari politici, si ritroveranno a sedersi negli stessi tavoli e voteranno lo stesso candidato presidente della Regione Siciliana. Lo faranno, assai probabilmente, insieme ad Angela Foti.

Qualche passaggio a proposito dell’on. Foti e del sindaco Alì.

Angela Foti ha lasciato sbattendo più di una porta il M5S ma, allo stesso tempo, continua ad appoggiare l’amministrazione pentastellata di Alì. Pianta fiori con la vicesindaco, difende il suo sindaco con veemenza. Va benone ma rimane il fatto che il sindaco Alì, che proviene dal Partito Democratico, è ancora oggi “organico al Movimento 5 Stelle”. Ed allora dovremmo chiederci come mai la Foti rompe con il M5S ma sostiene un’amministrazione pentastellata acese? E come mai nella giunta che sostiene l’amministrazione Alì di pentastellato c’è solo il buon Daniele La Rosa? Possiamo dire che il neoassessore Raciti (da generazioni nel PD), l’assessori Di Prima (che fu candidato sindaco di una lista civica moderata e centrista), l’assessore Coco (che sostenne la candidatura Barbagallo), il vicesindaco Fraschilla (candidata e non eletta in una lista a sostegno del sindaco Barbagallo e da lui indicata come garante per le persone con disabilità), l’assessore Grasso (vicino al candidato sindaco Di Re) ed infine l’assessore Manciagli che ha fatto le sue esperienze politiche nel centrodestra, sono diventati convinti grillini? La risposta è no.

E’ il valzer della politica, giri di giostra, aggiustamenti, giravolte, acrobazie.

(mAd)