Storia d’Italia – La nomina di Diaz e il convegno di Peschiera, 08 novembre 1917

Con la disfatta di Caporetto l’esercito italiano arretra e si attestava sulla “Linea del monte Grappa e fiume Piave”, Gli alleati Francesi e Britannici si incontrano con gli Italiani a Rapallo il 06 e il 07 novembre a Rapallo per fare il punto sulla situazione del fronte italiano e stabilire l’eventuale l’invio di rinforzi. L’ 08 novembre la conferenza si chiude a Peschiera dove partecita pure S.M. il Re Vittorio Emanuele III. il Re prima di recarsi alla conferenza ebbe un ultimo colloquio con il Gen. Cadorna Capo di stato maggiore generale dell’esercito e lo costringeva alle immediate dimissioni, ormai inevitabili, gia il 31 di ottobre l’on. Vittorio Emanuele Orlando sostituiva Boselli alla guida del Governo. Lo stesso giorno veniva resa nota la nomina del Gen. Armando Diaz a nuoco capo di stato maggiore, nomina accolta con scetticismo dagli organi di stampa interventisti ma accolta positivamente dai soldati.

A Peschiera il Re, principale protagonista della conferenza, rassicurava gli Alleati della tenuta della linea del Piave e riconfermava la sua fiducia all’esercito.

Dopo questa conferenza iniziava “L’ultimo round” della guerra, il 1918 sarebbe stato l’anno decisivo per la ripresa e la vittoria finale sugli austro ungarici.

Storia d’Italia di Arrigo Petacco

Immagine: copia del dipinto della conferenza di Peschiera da un dipinto di S.Tordi , Museo della guerra di Rovereto