Storia d’Italia – L’Indipendenza della Somalia, 01 luglio 1960

Con l’armistizio del 1943  l’Italia perdeva tutti i diritti sulle colonie africane e L’Albania. Con la firma del  Trattato di pace e l’ingresso all’O.N.U. , nel 1950 veniva affidata l’amministrazione fiduciaria sull’ex colonia somala (A.F.I.S).

Il “Corpo italiano di sicurezza” s’imbarca alla volta della Somalia agli inizi del 1950. La notizia suscita entusiasmo nell’opinione pubblica; la Domenica del Corriere celebra a suo modo l’avvenimento in una copertina dedicata al vecchio “ascaro” che accoglie e Mogadiscio gli italiani con “tre squilli di tromba, conservata gelosamente come un cimelio”. L’amministrazione fiduciaria durerà esattamente sino al 1° luglio 1960, data dell’indipendenza somala; gli italiani usciranno dall’esperimento con molti meriti per la leale collaborazione al processo di decolonizzazione del Paese, in totale adesione con la spirito del mandato ricevuto dall’O.N.U.

(Storia d’Italia – Arrigo Petacco)

L’Amministrazione italiana fu scandita dalle elezioni generali del 1956 per la semi-autonomia e da quelle del 1959, in cui la Lega dei Giovani Somali divenne partito di maggioranza fino alla proclamazione dell’indipendenza. Con il termine dell’amministrazione fiduciaria italiana e l’indipendenza del Paese, esso si unì con la Somalia britannica, che aveva ottenuto L’indipendenza il 26 giugno 1960, costituendo la Repubblica di Somalia.

(Wikipedia)

Nella foto Truppe Britanniche passano consegne al Corpo Italiano di sicurezza.