TIMBALLO DI ANELLETTI ALLA PALERMITANA CON MELANZANE. (RICETTA DELLA NOSTRA AMICA GIOVANNA.)

I tesori culinari della cucina siciliana sono davvero infiniti. Potremmo passare ore a parlare dei piatti più buoni e famosi della nostra bella Sicilia. Ed ecco che io e la mia amica “Prisenza”, abbiamo pensato che coinvolgere pure le nostre amiche in questa “rubrica culinaria” sarebbe stata una cosa molto carina. Ecco che, tra una chiaccherata e l’altra, tra formidabili consigli, sapori, profumi, ingredienti e ricette, la scorsa settimana vi abbiamo proposto la “crostata di Palmina” oggi, vi proponiamo “Il timballo di anelletti alla palermitana con melanzane” (Ricetta di Giovanna).

La signora Giovanna, palermitana d.o.c ci ha regalato la sua ricetta e ha voluto specificare che ognuno di noi per ogni piatto, conserva la propria ricetta di famiglia. A Palermo esistono tante varianti di questa prelibatezza e che questa qui descritta è quindi, la ricetta che ha imparato dalla sua mamma, che a sua volta aveva imparato dalla sua di mamma e così via. Oggi, la nostra amica, continua a prepare questa prelibatezza per i suoi cari sempre con successo e suggerisce a noi, gli ingredienti che da generazioni le sono stati trasmessi.

Ingredienti:

3 Melanzane

Anelletti 500gr

Tritato di manzo 300 gr

Tritato di maiale 300gr

Cipolla, carota e sedano Q. B

Doppio concentrato di pomodoro 250gr

Passata di pomodoro

700 gr caciocavallo stagionato grattugiato

150 gr grana padano a scaglie

Olio, sale, pepe, noce moscata e un pò di vino rosso a piacere

Soffriggere con l’olio cipolla carota e sedano a dadini, aggiungere il tritato di manzo, poi quello di maiale, sfumare con il vino, aggiungere il doppio concentrato e la passata di pomodoro, mettere sale pepe noce moscata e 1 bicchiere d’acqua, far cuocere a fuoco lento.

Precedentemente, tagliare a fette le melanzane e metterle sotto sale, poco dopo lavarle, asciugarle e cominciate a friggerle. Quando le melanzane diventeranno ambrate, scolatele con una schiumarola e mettetele su un piatto ricoperto di carta assorbente. Lasciatele riposare finchè non serviranno per la preparazione degli anelletti.

Cuocere gli anelletti a metà cottura scolarli e metterli in una zuppiera, versare metà del ragù, metà del caciocavallo mescolando il tutto per bene.

Oleare uno stampo per ciambella è foderarlo con le fettine di melanzana, versare la metà della pasta, aggiungere ancora ragù è il grana a scaglie, aggiungere la pasta rimasta è la rimanenza del ragù e il caciocavallo, chiudere con altre melanzane. A questo punto non rimane che infornare a180gradi, per circa 30 minuti.

Una volta raggiunta la cottura perfetta, tirare lo stampo dal forno, far intiepidire e capovolgere sul piatto di portata.

Buon appetito da

(Panza e Prisenza)