Torna a sorridere l’Acireale: vince e convince, decidono Diop e Mbaba

Torna alla vittoria l’Acireale che, dopo il piccolo periodo di calo che aveva visto i granata raccogliere un punto in due gare, vincono e convincono con una prestazione di alto livello. Sugli scudi Diop e Mbaba, autori dei gol decisivi e di una prestazione strepitosa (soprattutto il secondo) che di fatto ha segnato l’andamento della gara. Con questo risultato i ragazzi di mister Pagana troveranno il Foggia agli ottavi di finale.

Per il derby infrasettimanale, Pagana opta per il 3-5-2: Rao in porta, Orlando, Sicignano, Raucci in difesa, Mbaba, Arena, Ba, Barcio e Fazio a centrocampo, De Felice e Diop in avanti. È di Arena il primo squillo, quando al 7′ calcia da ottima posizione, ma il suo mancino è deviato in angolo. Sul successivo corner, Sicignano impatta di testa, la sfera però termina di poco fuori. L’FC Messina si affaccia in avanti al 25′ con Chiappino che calcia ma non trova lo specchio. Al 32′ Mbaba è straripante: va via al diretto avversario, entra in area e costringe Oliva al paratone. Minuto 33, Acireale in vantaggio: Arena calcia una punizione tesa dalla destra, pallone ribattuto che resta lì per Diop che da due metri trafigge gli ospiti. Uno a zero granata, quarta rete stagionale per il centravanti. La prima frazione termina con questo risultato.

Nella ripresa la gara svolta al quarto d’ora, quando Fissore già ammonito interviene male su De Felice: doppio giallo e rosso, Messina in 10. Al 67′ proprio De Felice sfiora la rete partendo dai 30 metri, punta la difesa, entra in area ma calcia male. Al 70′ tocca ad Arena, che spreca tutto da ottima posizione. Poco dopo si scatena Mbaba: riceve palla sulla destra, punta due uomini, li salta, arriva davanti ad Oliva e lo trafigge con un tunnel. Raddoppio Acireale, ma gol straordinario di Mbaba Ndiaye. L’ultima emozione del match la regala ancora il classe 2000, quando al 39′ salta il diretto avversario con un tunnel, serve poi De Felice al centro, ma il suo destro viene ribattuto. Termina così, l’Acireale vince 2-0 nell’antipasto di domenica.

Giorgio Cavallaro