U SCIABBACCHEDDU A MISSINISI

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo U “SCIABBACCHEDDU A MISSINISI”, la ricetta originale per un fritto di pesce alla siciliana meraviglioso.

È un ricetta tipica siciliana perfetta per gli amanti del pesce. Il nome particolarissimo indica una frittura di pesciolini.

Per quanto riguarda la scelta dei pesciolini possono essere latterini, machetti, sardine, alici, etc. A dare il nome a questa ricetta siciliana è la rete dalle maglie molto strette usata per la cattura di questo tipo di pesci. Questa, infatti, si chiama sciabica, termine “sciabica” è di origine araba,
deriva, infatti, da “ ShabaKa”, parola che in arabo significa rete.

Preparare questo piatto è molto semplice e, proprio grazie alla sua semplicità, vi conquisterà. Siamo certi di avervi già fatto venire l’acquolina in bocca con questa piccola introduzione, quindi non indugiamo oltre.

INGREDIENTI
1 Kg di Pesciolini piccoli
Farina q.b.
Olio extravergine d’oliva
Sale
Limone.

PROCEDIMENTO
Per fare lo Sciabbaccheddu, bisogna lavare con molta cura i pesciolini.
Vanno eliminati gli eventuali pezzi di alghe, che talvolta rimangono attaccati. I pesci vanno sgocciolati bene.
Una volta puliti, vanno infarinati e trasferiti in un colino o uno scolapasta, in modo da eliminare la farina in eccesso.
A questo punto, è il momento di friggere.
Tuffate i pesciolini in abbondante olio caldo e friggete fino a quando non saranno dorati.

Sgocciolate i pesci, con un mestolo forato e metteteli su carta da cucina, in modo che perdano l’olio in eccesso.
Cospargete di sale e servite caldi. (a vostro gusto mettete gocce di limone) (Foto Web)

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)