Un convegno, le polemiche mentre Pozzillo attende la rimozione dell’amianto

ACIREALE – “Rischi dell’amianto ed educazione allo smaltimento“ è il tema che sarà trattato nel convegno che si terrà venerdì 31 maggio alle ore 17:00, nell’antisala consiliare del Palazzo di Città. Al convegno interverranno il sindaco di Acireale, ing. Stefano Alì; l’assessore all’ambiente, dott. Daniele La Rosa; l’assessore alla protezione civile, dott.ssa Palmina Fraschilla; l’assessore ai lavori pubblici, Salvatore Pirrone; il capo settore protezione civile del comune di Acireale e Rup interventi amianto stabilimento di Pozzillo, ing. Giuseppe Torrisi; il dirigente medico di 1º livello, dott. Riccardo Castro; il dott. Francesco Fichera (tecnico amianto); il direttore sanitario dell’ospedale Santa Marta e Santa Venera di Acireale, dott. Alfio Cristaudo e il deputato all’Ars on. Angela Foti.

La locandina del convegno

Abbiamo sentito il dott. Riccardo Castro relatore del convegno che ha affermato: “È un convegno che pone i riflettori su una questione molto delicata ovvero i rischi legati all’amianto. Un materiale che se inalato può creare grossi problemi clinici alla persona. Quindi è quanto mai opportuna una efficace informazione e sensibilizzazione sul tema oltre che da parte dell’amministrazione un piano ottimale per lo smaltimento dello stesso. Saranno senz’altro date utili informazioni alla cittadinanza”.

E’ noto che ad Acireale insiste nel territorio di Pozzillo una distesa di amianto presente nell’ex stabilimento delle Acque minerali. Una quantità significativa di amianto che non trova ancora la soluzione della sua rimozione. Eppure esistono i fondi in bilancio, eppure esiste una questione importante legata alla salute pubblica. Nel suo profilo facebook l’ex consigliere comunale e candidato sindaco nelle recenti elezioni amministrative Rito Greco è intervenuto sull’argomento amianto. Tra i tanti passaggi ha scritto Rito Greco: “… trovo veramente ipocrita promuovere incontri su questo argomento considerando che nel territorio acese insiste un pericolo enorme per la salute di tutti i cittadini di Acireale nella frazione di Pozzillo. Il colpevole immobilismo dell’assessore La Rosa, che presenzia agli incontri dimenticando di completare l’iter di rimozione finanziato e appaltato durante la precedente amministrazione, rappresenta l’immagine plastica di questa sindacatura donne e uomini al potere che passano le giornate a presenziare a conferenze stampa e dibattiti dimenticandosi delle priorità della città”.

Amianto all’ex stabilimento delle acque minerali Pozzillo

Un convegno, quindi, che ancora prima di essere celebrato viene investito dalle critiche di chi ancora vive in una splendida frazione a mare con alle spalle una distesa di amianto da smaltire. Sulla questione amianto in consiglio comunale è intervenuta più volte la consigliera comunale Sabrina Renna che in alcuni dei suoi interventi sulla questione amianto a Pozzillo ha anche chiesto le dimissioni dell’assessore ai LL.PP. Pirrone.

Abbiamo sentito la consigliera comunale Sabrina Renna che afferma senza giri di parole: “E’ un fatto positivo che si discuta di tematiche così sensibili che riguardano anche il nostro territorio. E’ a tutti noto quanto siano pericolose le microfibre dell’amianto per la salute pubblica ma devo dire che prima di organizzare convegni sarebbe stato più giusto per la città dre un segno tangibile nella direzione della rimozione dell’amianto che insiste nel territorio cittadino e in particolare nell’ex stabilimento delle acque minerali Pozzillo. Voglio ricordare che la precedente amministrazione si era spesa, insieme al collega dell’allora opposizione Rito Greco, affinché si rimuovesse l’amianto di Pozzillo. Invece, ad oggi, ancora a Pozzillo è presente l’amianto ed è questo un fatto gravissimo se consideriamo che vi è una somma in bilancio ancora ad oggi non utilizzata. Va anche detto che oltre a Pozzillo anche in altri siti la presenza dell’amianto è una minaccia come ad esempio nelle adiacenze della scuola elementare “Giuseppe Raciti” ed altri luoghi. E’ necessario realizzare prestissimo una mappatura dell’intera città e rimuovere tutto l’amianto presente nel nostro territorio”.

 (mAd) #fancity