Una città fuori controllo.

Riprendo l’intervento in aula consiliare del consigliere comunale Sebastiano Spadaro che ha affermato: “Mio figlio è stato aggredito da parte di più ragazzi ma non è successo solo a lui, sono vicende che si sono susseguite… diversi cittadini si sono rivolte a me segnalando questi fatti. Acireale sta degradando… faccio la richiesta per un consiglio straordinario sulla sicurezza…”

Dello stesso tenore l’intervento del consigliere Alessandro Coco che, sempre in aula consiliare, ha voluto segnalare la condizione di degrado e violenza diffusa presente in piazza Santa Chiara, dove, secondo quando riferito dal consigliere Coco, alcuni ragazzi hanno lanciato bottiglie in direzione della finestra di un condominio che insiste sulla piazza.

Ieri sera (22/10/’21) nella centralissima piazza Duomo intorno alle ore 21, un gruppetto di ragazzini in bicicletta si divertivano ad “impennare” dentro la piazza e così facendo hanno colpito un ragazzino, in compagna dell’amichetto. Quando gli è stato detto di stare più attenti sono volati gli insulti e gli sputi. Non contenti mentre i due ragazzini, vittime di bullismo urbano, si allontanavano, all’altezza della Cattedrale, il gruppetto in bicicletta li hanno raggiunti e gli hanno lanciato addosso, con una bottiglia, del liquido che dall’odore sembrava essere benzina.

E tanti altri segnalano numerose forme di violenza diffusa. Gruppetti di ragazzi senza alcuna conoscenza della convivenza civica, dalla periferia al centro, nelle piazza poco illuminate, al centro COM, a piazza Santa Chiara fino al Duomo rendono la vita sociale complessa e sempre a rischio di vedere tornare i loro figli a casa feriti, offesi e depressi.

Tutto ciò non è più tollerabile e pur coscienti che vi sono difficoltà notevoli di mancanza di organico nella Polizia Municipale, si è arrivati ad un punto di non ritorno dove far uscire i propri figli adolescenti ad Acireale è diventata sempre di più un’azione a rischio incolumità.

L’assessore Francesco Coco non può più tentennare davanti al degrado e alla violenza urbana sempre più diffusa, è necessario intraprendere un’azione, coordinata con tutte le forze di Polizia, affinché si possa ridare un minimo di sicurezza ai cittadini e frenare questa marcia verso l’invivibilità, questo stillicidio di notizie di violenze e bullismo diffuso.

Oggi la città sembra essere completamente fuori controllo e sappiamo che se si continua a dare spazio a queste forme di cattiveria urbana, assai presto qualcuno si troverà a piangere per il figlio aggredito e non basteranno le denunce a frenare queste orde di violenti che, di fatto, hanno preso il controllo della città.

(mAd)