ZTL e mobilità, Francesco D’Ambra: “L’amministrazione è sorda alle richieste degli esercenti”.

ACIREALE – La protesta degli esercenti arriva in aula consiliare. Ieri (174/12/2019) il consigliere comunale Francesco D’Ambra ha chiesto all’amministrazione di comprendere meglio cosa s’intende fare in tema di mobilità e di sostegno ai commercianti del centro storico. Il consigliere comunale D’Ambra afferma di aver ricevuto solo un pesante mutismo alle sue richieste e dichiara a FanCity: “Non siamo riusciti a comprendere quali sono le motivazioni per cui l’amministrazione comunale non intende intraprendere un percorso di dialogo con i commercianti per quel che riguarda la mobilità e i provvedimenti presi in riferimento alla ztl. Pur non volendo entrare nel merito delle scelte siamo davvero sorpresi nel vedere come l’amministrazione non riesce o non vuole dialogare con chi ogni giorno si scommette per portare avanti la propria impresa”.

Chiediamo al consigliere comunale D’Ambra come mai questa poca attenzione alle richieste dei commercianti? “Voglio ricordare – afferma D’Ambra – che un caposaldo del programma elettorale del sindaco Stefano Alì era basato sul dialogo, dicevano che rispetto al passato volevano cambiare stile e metodo proprio in riferimento alle scelte di animare il centro e a quelle sulla mobilità che avrebbero voluto intraprendere un dialogo permanente con i commercianti, invece proprio su questo punto si sono sconfessati tradendo, di fatto, il mandato elettorale perché in questo Natale e in altri eventi non vi è stato dialogo con le parti”.  Continua Francesco D’Ambra: “Ieri l’assessore Mario Di Prima non ha risposto neanche nel merito delle proposte relative ad eventuali agevolazioni “tosap”, di contributi ed agevolazioni per la siae a favore di chi organizza spettacoli al fine di animare il centro”.

Chiediamo al consigliere comunale come si sta muovendo, di fatto, l’amministrazione per dare risposta alle varie proteste e polemiche che stanno accompagnando questo Natale. Francesco D’Ambra: “Questa amministrazione si sta muovendo per pura ambizione, senza programmare, senza dialogo con i cittadini e i commercianti, senza avere un’idea concreta di come portare avanti e definire le iniziative per rivitalizzare il centro storico. Di fatto non vi è un progetto ma al contrario assistiamo ad atti che non fanno altro che aumentare la confusione”. Poi aggiunge il consigliere comunale D’Ambra: “Mi sembra davvero sbagliato da parte dell’amministrazione aver voluto incontrare un comitato invece che altri. Mi chiedo perché l’amministrazione si è incontrata con il comitato di via Vittorio Emanuele ed invece si sono dimenticati di programmare il Natale con i commercianti del centro storico ovvero di corso Umberto e corso Savoia? Questa è una discriminazione che da l’idea chiara della mancanza di un progetto e di un’amministrazione che ormai si muove non per governare ma per opprimere la cittadinanza”.

Un Natale di fuoco, un Natale di crisi e protesta. Vedremo nei prossimi giorni come risponderà l’amministrazione Alì a questo coro di scontenti che ormai si alza da più parti della città.

(mAd)