ANPI Acireale, con gli studenti delle scuole acesi

ANPI Acireale, con gli studenti delle scuole acesi

0 792

La Sezione ANPI “Placido Rizzotto” di Acireale anche quest’anno incontra gli studenti acese per promuovere e divulgare percorsi di conoscenza e di presa di coscienza della Lotta di Liberazione e dei pericoli delle dittature. I seminari sono dedicati agli studenti ed alle studentesse delle classi terminali delle scuole medie e superiori, con un’adesione massiccia e consapevole all’iniziativa. I dirigenti e i docenti delle scuole acese hanno accolto con interesse le iniziative per le scuole promosse dall’ANPI.

Ecco di seguito il calendario degli incontri, alcuni già conclusi, al quale mancano alcune date di istituti che ci devono ancora dare conferma di adesione: 9 marzo: Liceo scientifico Archimede 6 aprile: Primo istituto comprensivo, plesso Raciti 8 aprile; Liceo classico Gulli e Pennisi 20 aprile: istituto comprensivo Fuccio La Spina 22 aprile: ITI Ferraris 24 aprile: istituto comprensivo Paolo Vasta 27 aprile: istituto comprensivo Giovanni XXIII Santino Serranò, Partigiano combattente classe 1923, ci ha chiesto di essere presente ad alcuni incontri per rendere la sua testimonianza, e noi siamo stati felici di accontentarlo già sabato 8 aprile al Liceo Classico Gulli e Pennisi; quei 20 mesi terribili fra il settembre del 1943 e l’aprile del 1945, apparentemente lontani nel tempo, sono tornati drammaticamente attuali nei suoi racconti. Erano presenti anche un gruppo di alunni del IV I C “Galileo Galilei” impegnati in un progetto sulla storia contemporanea, accompagnati dalla Prof.ssa Caterina Pennisi, ansiosi di conoscere dal vivo Santino. L’incontro è stato particolarmente emozionante sia per i ragazzi, che hanno avuto modo di attualizzare e rendere concreti i fatti che avevano conosciuto sui libri, sia per Santino, che con la sua energia e la sua forza comunicativa è stato il cuore pulsante del seminario. Per gli alunni delle scuole medie abbiamo proposto il seminario “25 Aprile: l’alba della Libertà”, illustrando cosa ha condotto i Padri costituenti a scegliere questa data per commemorare la Liberazione, proponendo un percorso cronologico negli eventi che condussero l’Italia alla guerra, alle disfatte sui vari fronti, all’armistizio, alla Resistenza. Agli studenti delle scuola superiori abbiamo proposto il tema Cinema e Resistenza” , per offrire agli studenti delle “suggestioni di lettura” sulla Lotta di Liberazione, e su come i nostri registi la hanno vista con i loro occhi. Fra le centinaia di titoli possibili ne abbiamo scelto alcuni (con la saggia supervisione di Sebastiano Gesù, che ringraziamo ancora una volta): eccoli – Roma Città Aperta, di Roberto Rossellini, 1945 – Achtung! Banditi!, di Carlo Lizzani, 1945 – Il Generale della Rovere, di Roberto Rossellini, 1959 – Le quattro giornate di Napoli, di Nanni Loy, 1962 – i Sette Fratelli Cervi, di Gianni Puccini, 1968 – L’Agnese va a morire, di Giuliano Montaldo, 1976 – La notte di San Lorenzo, dei fratelli Taviani, 1982 – I piccoli maestri, di Daniele Lucchetti, 1997 I ragazzi e le ragazze del liceo Archimede, in continuità con percorsi didattici già avviati, hanno scelto il tema della Memoria. Il seminario loro dedicato si intitolava Memorie di Libertà, e ha visto gli interventi del Prof. Rosario Mangiameli, ordinario di Storia contemporanea all’università di Catania, di Pina Palella, docente di Storia al Liceo Gulli e Pennisi, e di Maurizio Musumeci e di Giuseppe Grasso, rispettivamente presidente e  membro del direttivo della sezione ANPI “Placido Rizzotto” di Acireale. Tutti i seminari si sono svolti in un clima di attenta partecipazione e attenzione da parte degli studenti, che per questo ringraziamo.

(red)