Negato lo stato di Calamità ad Acireale – Le dichiarazioni del sindaco Barbagallo e on. Foti (M5S)

OLYMPUS DIGITAL CAMERANegato dal Governo lo stato di calamità per il comune Acireale richiesto a seguito dei danni provocati dalla tromba d’aria.

Si sapeva che difficilmente sarebbe stato concesso lo stato di Calamità da parte del Governo centrale ed oggi è arrivata la conferma. Rimangono comunque disponibili i 3 milioni di euro provenienti dal governo regionale che però, ricordiamo, vanno sostenuti da progetti concreti.

***********

Negato lo stato di emergenza. La dichiarazione del sindaco Barbagallo per FanCity Acireale

Roberto Barbagallo (sindaco di Acireale): “Sembra che non sia stato riconosciuto dal governo lo stato di calamità. Siamo stati informati dal deputato del M5S, attraverso l’on. Angela Foti, che in questa nota si legge appunto che la richiesta è stata rigettata. E’ una nota del 2 marzo che è stata comunicata alla protezione civile regionale. Vogliamo leggere quindi le carte per capire le motivazioni, al momento non abbiamo nulla di preciso e quindi restiamo in attesa. Sappiamo però che in Lombardia per fatti simili ai nostri e nello stesso periodo dell’anno è stato riconosciuto lo stato di calamità e hanno dato 9 milioni di euro. Noi vogliamo adesso accedere agli atti e leggere la nota per capire perché in Lombardia si e in Sicilia invece viene negato il riconoscimento dello stato di calamità. Mi chiedo anche in questo periodo dove sono stati i nostri deputati nazionali? Ho chiamato la protezione civile regionale, che non mi ha ancora risposto, attendo quindi di conoscere gli atti per una presa di posizione precisa”.

 ***************
Acireale, negato lo stato di emergenza – Intervista all’on. Angela Foti (M5S)

FanCity Acireale: On. Foti ci conferma che è stato negato lo stato di emergenza per Acireale?

On. Angela Foti (M5S): “Non possiamo dire che è stato revocato per il semplice motivo che non era mai stato concesso. Lo stato di emergenza era stato richiesto dalla protezione civile regionale a quella nazionale, questo non è stato concesso. Voglio precisare che questa è una cosa diversa dallo stato di calamità dato dalla Regione siciliana, parlo dei 3 milioni di euro per Acireale”.

FanCity Acireale: Quanto tempo dobbiamo attendere per i tre milioni regionali?

On. Angela Foti (M5S): “I tre milioni regionali dell’esercizio provvisorio non arrivano perché ancora in Regione non sono arrivati i progetti redatti dall’amministrazione comunale acese. Prima il Comune realizzerà i progetti, attraverso i propri uffici o affidandosi ai tecnici esterni, e prima arriveranno i fondi. Parliamo dei progetti per il Palavolcan, i marciapiedi e le altre strutture pubbliche; solo in quel momento la ragioneria regionale potrà fare il decreto e mandare i soldi”.

FanCity Acireale: Quindi l’amministrazione Barbagallo non ha ancora mandato i progetti?

On. Angela Foti (M5S): “Si esattamente, a me non risultano progetti inviati dall’amministrazione comunale ma se così non fosse ci dicono dove sono depositati e con quale protocollo”.

FanCity Acireale: Si prevedono tempi lunghi?

On. Angela Foti (M5S): “I tempi dipendono dal sindaco e dalla giunta. Dovrebbero fare una conferenza dei servizi, fare il punto della situazione, affidare gli incarichi, e fare i progetti, solo così la Regione potrà mandare i tre milioni. Io dico che, ad oggi, sono già passati due mesi da quando il decreto è stato pubblicato in Gazzetta e trovo assurdo che ancora non sono stati redatti e inviati i progetti”.