Ma Nicola, mu sapiti diri unni voli iri a finiri?

1279

DSCN0145

 

Lu cittadino Jacitano che voli tinirisi informato supra li vicendi politichi della nostra citati e dintorni, pi forza di cose si deve mettere di santa pacienzia e isiri a piazzare nel bar del Portico, a spasciarisi, si va ritta, lu panaru in quelle seggie stanchillate, e rischiare macari di astroppiarisi se, comu sempri capita, li sopracitate seggie si lassunu iri.
Menu mali che no frattempo che il cittadino curiuso aspetta il passaggio della quagghia o dello struneddu di turno, si pò godiri la visione di qualche bedda picciotta locale e rifarisi l’occhi.
Lu poviru blogger di Fanziti, ca ci passa uri e uri nella spiranza di putiri scriviri occa cosa pi fari addivitteri i cristiani e fari addannari chiddi ca cercunu di farici cuncurrenza, ad oggi, cu tutti l’amici, cumpari, ruffiani, jetta acqua, galuppini, scribacchini de CAF, vota banneri e varie ed eventuali, non ha pututu capiri na cosa: ma Nicola D’Austinu, unni si voli pusari? quali partitu ci appetisci?
Si parra cu unu e ci dici ca è viddicu ‘ncucchiatu cu Nellu Musumeci, si parra cu n’autru ci dici ca è viddicu ‘ncucchiatu cu Farauni, si parra cu n’autru è viddicu ‘ncucchiatu cu Pugliesi, si parra cu n’autru ci dici ca è viddicu ‘ncucchiatu cu Gibbinu…. ma ju vulissi sapiri: ma quanti viddichi avi Nicola D’Austinu?
Si unu dici ca è lestu a trasiri no Piddì, n’autru dici ca Faustu Raciti si cuntintassi a farisi scannari e non farlu trasiri, si unu dici ca è lestu pi Fozza Italia, n’autru dici ca Basiliu si cuntintassi farisi ammazzari a scangiu e non vidirisillu davanti…. e lu poviru picciotto di Fanziti, s’aricogghi a casa tristi e scunsulato e non sapennu chi scriviri si sfoga sparannu minchiati in sicilianu impropriu.
(santodimauro per Fancitysatira)