Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
1xbet
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
betforward
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
deneme bonusu veren bahis siteleri
deneme bonusu
casino slot siteleri/a>
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Cialis
Cialis Fiyat
deneme bonusu
padişahbet
padişahbet
padişahbet
deneme bonusu 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet 1xbet untertitelporno porno
lunedì, Luglio 15, 2024
Google search engine
HomeCronacaAcireale, la gabbia dei matti

Acireale, la gabbia dei matti

la-gabbia-dei-matti-2Acireale, sabato 25 giugno 2016, è tutto un ribollire di follia urbana. Il corso Umberto (da piazza Duomo a piazza Indirizzo) soffoca per le autovetture in colonna, è un’unica lunga fila di automobilisti che compiono, lobotomizzati, il “giro lungo dei carri allegorici”. E’ una carnevalata che non fa sorridere e che intossica la vita.

Una vera e propria gabbia di matti. La temperatura si alza di alcuni gradi, l’aria è irrespirabile, la gente sui marciapiedi con i bambini accanto a respirare polveri sottili, un modello di città che neanche nelle peggiori cittadine del quarto mondo è possibile vedere. Un’allucinazione urbana, una dimensione di inciviltà totale, un luogo per il  “becerume” paesano. Uno schifo totale.

la-gabbia-dei-matti-1Camminando lungo il corso Umberto violentato e deturpato, incontro alcuni commercianti che si dicono scoraggiati e perplessi. Dico loro che tutte quelle automobili in fila non possono mai comprare neanche uno spillo, non vi è la possibilità di parcheggiare e si può rimanere solo imbottigliati in mezzo al caos, senza alcun vantaggio per nessuno. Sono d’accordo con me…. così non è possibile continuare e affermano “le navette, vogliamo vedere le navette girare e indicazioni per il parcheggio. Oggi c’è l’inferno in corso Umberto”.

Un sabato infernale, un fine settimana, speriamo sia davvero l’ultimo, con l’aggressione del traffico veicolare confuso e convulso. Tutti incolonnati in corso Umberto mentre nelle vie adiacenti il corso principale si cammina agevolmente ed allora mi rendo conto che è questione di mentalità, questione di barbarie. Una quota maggioritaria di automobilisti si trova al corso Umberto per fare la passeggiata con l’automobile, la musica neomelodica, le macchinette per ragazzini strombazzanti, la volgarità paesana che si impossessa della principale via di Acireale per non produrre nulla, per non comprare, per non spendere un euro se non quelli per il carburante. Ovviamente dai finestrini volano via le cicche delle sigarette, il rumore è assordante, i fumi intossicano, i bambini mangiano gelati al pm 10. Una gabbia di matti, questo è il corso Umberto. Un luogo infernale che nessuno vuole più frequentare. I ragazzi sono altrove, vanno in altre città, la gente compra in altri luoghi…. abbiamo lasciato il corso Umberto ad una mandria di bufali inferociti che, testardamente, continuano ad incolonnarsi come i carri del carnevale, manca solo la voce dello speaker che da Palazzo di Città annuncia: “vadano avanti lentamente tutti gli idioti incolonnati in corso Umberto. Proseguite fino a trunzopoli, andate senza fermarvi  fino alla gabbia dei matti”.

Sabato 25 giugno 2016 Acireale, il centro storico è terra di conquista degli incivili.

(mAd)

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments