Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
mercoledì, Giugno 19, 2024
Google search engine
HomeCronacaCovid, ad Acireale la curva dei positivi è ancora “rossa”.

Covid, ad Acireale la curva dei positivi è ancora “rossa”.

ACIREALE – La città in zona rossa, i positivi aumentano (+21) e raggiungono la quota di 353. Sono numeri che porterebbero la città al prolungamento nell’inserimento nella zona di maggiore esposizione al contagio; quella rossa. I Comuni siciliani in zona rossa sono numerosi specialmente nel palermitano, la regione Sicilia si trova, invece, nella zona arancione. Mentre si discute sulle riaperture la Sicilia rimane indietro a causa dei contagi. Ieri (23 aprile 2021) il bollettino indicava 930 nuovi contagi, 24 morti, guariti 1.250. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi c’è Catania a 264, Palermo a 234 e Siracusa a 121.

In questo scenario si è parlato di tutto e forse anche troppo ma sembra che le problematiche legate ai mezzi di trasporto siano scomparse dagli argomenti da trattare e risolvere. La scuola è un luogo sicuro perché gli operatori tutti (dai docenti ai collaboratori scolastici) controllano che tutti indossano le mascherine, igienizzano le mani, rispettano le distanze ma cosa avviene prima e dopo l’orario scolastico? Ed ecco che ritorna, come dato assolutamente non trascurabile e da considerare con la massima attenzione, la necessità di rigorosi controlli sul territorio e specialmente nei luoghi di incontro dei più giovani e controllare anche che i mezzi di trasporto degli studenti pendolari non siano stracolmi.

Intanto il 24 e il 25 aprile al parcheggio di Capo Mulini sarà possibile sottoporsi ai test gratuiti mentre il 26 e il 27 aprile il sindaco di Acireale Alì di concerto con i Dirigenti Scolastici ha disposto la chiusura delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado e del Centro provinciale per l’istruzione degli adulti.

Il covid sta colpendo duramente la nostra città, la curva dei contagi non tende a scendere ed è arrivato il tempo che tutti insieme dobbiamo comprendere, una volta per tutte, che se vogliamo vedere gli esercizi commerciali aperti, andare a cena in un ristorante, vedere un film o uno spettacolo teatrale e se vogliamo andare in palestra o in piscina allora dobbiamo rispettare le regole anticovid senza alcuna trasgressione.

(mAd)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments