Covid, ad Acireale la curva dei positivi è ancora “rossa”.

ACIREALE – La città in zona rossa, i positivi aumentano (+21) e raggiungono la quota di 353. Sono numeri che porterebbero la città al prolungamento nell’inserimento nella zona di maggiore esposizione al contagio; quella rossa. I Comuni siciliani in zona rossa sono numerosi specialmente nel palermitano, la regione Sicilia si trova, invece, nella zona arancione. Mentre si discute sulle riaperture la Sicilia rimane indietro a causa dei contagi. Ieri (23 aprile 2021) il bollettino indicava 930 nuovi contagi, 24 morti, guariti 1.250. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi c’è Catania a 264, Palermo a 234 e Siracusa a 121.

In questo scenario si è parlato di tutto e forse anche troppo ma sembra che le problematiche legate ai mezzi di trasporto siano scomparse dagli argomenti da trattare e risolvere. La scuola è un luogo sicuro perché gli operatori tutti (dai docenti ai collaboratori scolastici) controllano che tutti indossano le mascherine, igienizzano le mani, rispettano le distanze ma cosa avviene prima e dopo l’orario scolastico? Ed ecco che ritorna, come dato assolutamente non trascurabile e da considerare con la massima attenzione, la necessità di rigorosi controlli sul territorio e specialmente nei luoghi di incontro dei più giovani e controllare anche che i mezzi di trasporto degli studenti pendolari non siano stracolmi.

Intanto il 24 e il 25 aprile al parcheggio di Capo Mulini sarà possibile sottoporsi ai test gratuiti mentre il 26 e il 27 aprile il sindaco di Acireale Alì di concerto con i Dirigenti Scolastici ha disposto la chiusura delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado e del Centro provinciale per l’istruzione degli adulti.

Il covid sta colpendo duramente la nostra città, la curva dei contagi non tende a scendere ed è arrivato il tempo che tutti insieme dobbiamo comprendere, una volta per tutte, che se vogliamo vedere gli esercizi commerciali aperti, andare a cena in un ristorante, vedere un film o uno spettacolo teatrale e se vogliamo andare in palestra o in piscina allora dobbiamo rispettare le regole anticovid senza alcuna trasgressione.

(mAd)